COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Abbruciamento e accensione di fuochi

Categoria principale: Ambiente e Territorio
Creato Venerdì, 28 Ottobre 2016 08:12
Ultima modifica il Giovedì, 28 Febbraio 2019 11:38
Pubblicato Venerdì, 28 Ottobre 2016 08:12

Con l’entrata in vigore, nel maggio 2015, delle modifiche al Regolamento forestale della Toscana (D.P.G.R. 8 agosto 2003, n. 48/R) che si è adeguato alla normativa nazionale (D.lgs.152/2006), è consentito l’abbruciamento di residui ligneo cellulosici provenienti da tagli boschivi, interventi colturali, interventi fitosanitari, potatura, ripulitura, ai fini del loro reimpiego nel ciclo colturale di provenienza.

L’abbruciamento deve essere effettuato entro i 250 metri dal luogo di produzione

 

L’abbruciamento è consentito nel rispetto di alcune condizioni e limiti previsti dalle norme nazionali, regionali e comunali. Ne elenchiamo alcune a titolo di esempio:

 

 

Dal 1° luglio al 31 agosto, in Toscana, è vietata la combustione di residui vegetali per il rischio di incendi boschivi

 

Brochure abbruciamenti ediz. 2018