COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Il comune di Montelupo mette mano alla gestione dei cimiteri

Categoria: Notizie
Creato Martedì, 10 Settembre 2019 14:20
Ultima modifica il Martedì, 10 Settembre 2019 14:20

Un nuovo software gestirà il registro delle concessioni e sarà avviata una ricognizione delle stesse in particolar modo di quelle sottoscritte da oltre 50 anni.

I cimiteri cittadini, in particolare quello dell’Ambrogiana, rischiano di non essere più sufficienti; una situazione, questa, che rischia di aggravarsi nei prossimi 10 anni e che era già stata prevista nel Piano Regolatore Cimiteriale.

È stato deciso di non costruire più nei cimiteri, non consumando ulteriore suolo, ma di sfruttare al massimo la turnazione.

Infatti sono stati effettuati tutti gli interventi di ristrutturazione sugli edifici esistenti sia al cimitero del capoluogo che a quello di Fibbiana e già dal 2010 sono iniziate le attività di recupero.

L’amministrazione comunale ha ora ravvisato la necessità di mettere mano alla gestione e all’organizzazione dei cimiteri.

Il primo passaggio è una delibera in cui la giunta comunale traccia il percorso da qui ai prossimi anni, nella quale vengono individuate alcune azioni specifiche.

  1. Sarà effettuata una ricognizione di tutti i contratti di concessione; si parla di atti stipulati nell’arco di 50 anni e quindi diversi e disomogenei fra loro.
    Nel tempo è cambiata la normativa nazionale e anche il regolamento comunale ha individuato un limite massimo di 35 anni. È quindi necessario andare a ricostruire il quadro esistente per progettare gli interventi futuri.
  2. Sarà pianificato il riordino di tutti gli atti al fine di sistematizzarli e gestire le concessioni cimiteriali in maniera informatizzata attraverso un nuovo software
  3. Per un periodo di tempo, presumibilmente nella seconda metà del 2020 saranno sospese le tumulazioni nel cimitero dell’Ambrogiana.

«Rivedere e riorganizzare la gestione del sistema cimiteriale è un passaggio delicato. Andiamo a toccare sensibilità, ricordi e dolori delle persone. Sappiamo benissimo che si tratta di un processo complesso, ma non possiamo farne a meno visto che i posti a disposizione per le sepolture sono scarsi e nel giro di pochi anni saranno insufficienti.
La grande opera di riorganizzazione ha la finalità di gestire in maniera efficiente, equa e organizzata anche i cimiteri.
Successivamente interverremo anche con alcune scelte normative importanti: stiamo, ad esempio, valutando la possibilità di prevedere incentivi economici per coloro che scelgono la cremazione», afferma il sindaco Paolo Masetti.