COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Banner 1Guarda il video dedicato alla nuova scuola 

elezioni ELEZIONI 2020 - Tutte le informazioni

Ex cinema Risorti: entro la prima metà di febbraio partiranno i lavori

Lunedì 25 gennaio un incontro con i proprietari e affittuari delle abitazioni e degli esercizi commerciali, confinanti con l’area di cantiere

Una delle zone più critiche del centro storico è certamente quella che un tempo ospitava il cinema Risorti, un’area interna che si affaccia sia su via Baccio da Montelupo che su Corso Garibaldi.

Nei diversi incontri finalizzati a riflettere sulle azioni da attuare per rivitalizzare il centro storico, il recupero dell’area ex cinema Risorti è stato indicato come uno degli interventi prioritari.

Entro la prima metà del mese di febbraio inizieranno i lavori per la realizzazione del primo stralcio dei lavori.

In questa prima fase si provvederà alla completa demolizione delle parti centrali dell’edificio, in parte già crollate, della copertura e delle pareti verticali, fino al confine con le altre proprietà; ciò comporterà la pulizia di tutta l’area e la messa in sicurezza del sito.

L’intervento sarebbe in realtà molto semplice, se non fosse per la collocazione dell’edificio, in pieno centro storico e con molte parti condivise con immobili privati.

L’organizzazione del cantiere e l’impatto sulla viabilità sono stati, per questo, elementi rilevanti nella valutazione delle diverse offerte presentate.

La ditta che si è aggiudicata l’appalto – CRM escavazioni di Montelupo – ha proposto una soluzione che incide sulla viabilità esclusivamente per un piccolo tratto di corso Garibaldi (compreso fra l’accesso all’edificio, davanti alla barca e l’incrocio con via Giro delle Mura); i ponteggi saranno collocati internamente e non su aree pubbliche. È prevista il posizionamento di una gru in corso Garibaldi, ma solamente per due giorni.

«Uno degli aspetti più complessi da gestire era proprio la ricaduta dell’intervento sulla viabilità; con la soluzione proposta non avremo ponteggi su aree pubbliche e l’unica area interessata è pedonale. Non solo, la conclusione dei lavori è prevista entro l’inizio dell’estate», spiegano i tecnici del comune.

Al fine di illustrare la logistica dell’intervento e valutare eventuali problematiche, l’amministrazione comunale organizza una riunione a cui sono invitati i proprietari delle abitazioni confinanti con l’ex cinema Risorti e i titolari di esercizi commerciali che si trovano nell’ultimo tratto di Corso Garibaldi.

L’appuntamento è per lunedì 25 gennaio alle ore 21.15 presso la sala degli Arlecchini (palazzo comunale, viale Cento Fiori 34).

Inoltre, prima dell’inizio dei lavori, sono previsti sopralluoghi da parte dei tecnici comunali per valutare le condizioni degli immobili limitrofi all’area di cantiere.

Il costo complessivo per la realizzazione del primo stralcio dei lavori è di 180.000 euro. Il secondo stralcio prevede la creazione di uno spazio pubblico, una piazzetta semi coperta che possa diventare un punto di incontro per i cittadini.

«Ci apprestiamo finalmente a lenire una ferita, anche "culturale", aperta da tempo nel cuore di Montelupo Fiorentino. – afferma Lorenzo Nesi, vicesindaco e assessore ai lavori pubblici - L'ex cinema teatro Risorti viene salvato dallo stato di abbandono in cui versa e restituito alla comunità. Nascerà un luogo nuovo, accessibile dal "navicello" di Sergio Pucci in via Garibaldi e da quella che i montelupini chiamano "via della Chiesa". Un luogo a cui vorremmo dare un taglio sociale e al tempo stesso culturale e ludico. Un'altra azione concreta sul centro storico, a cui presto si unirà quella sull'altro cinema perduto, l'Excelsior, scelto dai cittadini quale sede dell'infopoint turistico».



Foto & video