COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

deportatiScopri tutte le iniziative

banne sito declinazioni femminili 14 marzo | DONNE GUERRIERE. Spettacolo con Ginevra di Marco e Gaia Nanni

Successi mondiali per gli sportivi di Montelupo

Bronzo nel tchoukball e fotofinish per il terzo posto nel canottaggio

Metti due giovani atleti, impegnati in competizioni mondiali di discipline meno conosciute al grande pubblico, aggiungi tanta determinazione e passione e ottieni due importanti risultati sportivi che portano cittadini di Montelupo nel medagliere mondiale.

Il primo importante risultato riguarda i mondiali di tchoukball: la nazionale italiana si è aggiudicata il terzo posto. Vice allenatore del team è il montelupino Francesco Desii, che riveste, per altro anche il ruolo di consigliere comunale.

È vice di Andrea Fergnani da settembre 2014 ed è stato uno dei promotori di una raccolta fondi che ha consentito alla nazionale italiana di prendere parte ai mondiali di Taiwan.

Gli sport meno conosciuti hanno grosse difficoltà economiche e le associazioni devono inventarsi sempre nuovi metodi per poter trovare finanziamenti.

La Federazione Italiana non aveva le risorse necessarie per i mondiali e per far fronte alle ingenti spese della trasferta è stata avviata una campagna di crowdfounding che ha dato risultati inattesi. Tutti gli appassionati di questo sport si sono visti ricompensati con un ottimo terzo posto, conquistato in un paese in cui il tchoukball è sport nazionale.

L’altra storia ha come protagonista Lapo Londi, che da anni pratica canottaggio nella SC Limite e che pochi giorni fa è volato a Rio de Janeiro con la squadra italiana per i Mondiali Juniores.

È stata una finale al cardiopalma per l’OTTO MASCHILE.

Le sei ammiraglie sono scattate praticamente insieme e dopo una gara avvincente, è stato necessario ricorrere al fotofinish per decretare i vincitori con un responso che non ha premiato gli italiani finiti al quarto posto per una manciata di secondi.

«Desidero complimentarmi con Francesco e Lapo per i loro successi sportivi. Risultati che hanno raggiunto grazie a tanta passione e impegno. Entrambi i nostri concittadini sono esempi di come sia possibile vivere in maniera sana lo sport. A mio avviso è fondamentale promuovere sempre più tutte le discipline sportive, offrendo ai nostri bambini un’ampia scelta, in modo che possano individuare disciplina più adatta ai loro interessi», afferma l’assessore allo sport Andrea Salvadori.



Foto & video