Passi carrabili

Ultima modifica: 20 Settembre 2021

Il passo carrabile è l’accesso che consente il transito dei veicoli da un’area ad uso pubblico ad un’area privata, oppure viceversa.

I passi carrabili, in base alle caratteristiche costruttive, si distinguono in:

  • passi carrabili con modifica al piano stradale, cioè con manufatti oppure appositi intervalli lasciati nei marciapiedi
  • accessi carrabili o accessi a raso, cioè senza un’opera visibile che renda concreta l’occupazione e certa la superficie sottratta ad uso pubblico.

Si ricorda che è possibile richiedere al Comune un parere preventivo per la realizzazione di un nuovo passo carrabile.

Come presentare la richiesta

Per il rilascio dell'autorizzazione all'uso del passo carrabile occorre compilare il modulo presente in questa pagina e farlo pervenire almeno 30 giorni prima dell’utilizzo del suolo pubblico. Può fare richiesta il proprietario del passo carrabile o altro soggetto avente titolo.

La domanda di autorizzazione può essere presentata:

Costo

  • marca da bollo da 16 €
  • canone di occupazione (variabile in base alla superficie occupata) come da tariffario
  • 14 € per il cartello di passo carrabile, sia per chi ne è sprovvisto che per sostituire un cartello deteriorato, da pagare tramite PagoPA.

I portatori di handicap e coloro che svolgono attività agricola non pagano il canone.

Documenti da presentare

  • copia di un documento di identità valido del richiedente (non è necessaria se identificati tramite SPID/CIE)
  • dichiarazione di assolvimento della marca da bollo per la presentazione telematica (il modulo si trova in questa pagina).

Tappe del procedimento

In caso di esito positivo della domanda, l'Ufficio Tributi invia il modello PagoPA per il versamento del canone, completo dell'importo dovuto. Il modello può essere pagato in banche, sportelli bancomat o esercizi commerciali abilitati PagoPA (ad esempio tabaccherie, lottomatica, supermercati o PayPal).

Se la domanda risulta irregolare o incompleta, l'ufficio lo comunica al richiedente entro 10 giorni, indicando le cause o chiedendo le necessarie integrazioni.

In questi casi, i tempi per la conclusione del procedimento decorrono dal ricevimento della documentazione regolarizzata o completa.

Tempi

L’autorizzazione viene rilasciata entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta.

 

Normativa di riferimento