Canone Unico Mercatale

Ultima modifica: 13 Settembre 2021

Emergenza COVID – il Canone Unico Mercatale è sospeso fino al 31/12/2021


Il Canone Unico Mercatale sostituisce il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) e, nei casi di occupazione temporanee, il prelievo sui rifiuti TARI. Il Canone Unico Mercatale è dovuto per l’occupazione, anche abusiva, delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate.

Il presupposto per la determinazione del Canone Unico Mercatale è il rilascio degli atti di concessione suolo pubblico per le varie tipologie.

Gli ambulanti del mercato sono tenuti a pagare il Canone Unico Mercatale dal rilascio della concessione e, per le annualità successive, entro il 31 marzo di ciascun anno, in un’unica soluzione che comprende il canone e la TARI.

Per poter procedere al versamento del Canone unico mercatale occorre essere in possesso del modello PagoPA rilasciato dall’Ufficio Tributi e completo della cifra da pagare. Il pagamento può essere fatto recandosi presso banche, sportelli bancomat o esercizi commerciali abilitati PagoPA (ad esempio tabaccherie, lottomatica, supermercati o PayPal).

Anche per gli spuntisti valgono le modalità di pagamento elencate sopra. Il modello per versare il Canone Unico Mercatale sarà consegnato la mattina stessa dalla Polizia Municipale.

 

Allegati
Tariffe Canone Unico

Normativa di riferimento

Regolamento per la Disciplina del Canone Unico Patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale.