Richiesta permessi (Ufficio Unico). Raccolta funghi

Ultima modifica: 27 Settembre 2021

Per raccogliere funghi spontanei su tutto il territorio regionale toscano occorre essere in possesso dell’autorizzazione rilasciata dalla Regione.

Per chi è residente in Toscana l’autorizzazione si ottiene effettuando un pagamento attraverso una delle seguenti modalità:

  • versamento sul conto corrente postale n. 6750946 intestato a Regione Toscana
  • bonifico tramite codice IBAN (IT87 P076 0102 8000 0000 6750 946)
  • versamento tramite IRIS, la piattaforma della Regione Toscana per i pagamenti su https://open.toscana.it/servizi (voce IRIS – raccolta funghi)

Gli importi da versare sono:

  • € 13,00 per l’autorizzazione personale semestrale
  • € 25,00 per l’autorizzazione personale annuale

La ricevuta deve riportare la causale “Raccolta funghi” e le generalità del raccoglitore e va conservata e portata con sé al momento della raccolta, insieme a un documento di riconoscimento.

L’autorizzazione è valida su tutto il territorio regionale.

Nessuna autorizzazione è richiesta se la raccolta avviene sul territorio del Comune di residenza.

I non residenti in Toscana devono utilizzare invece l’autorizzazione turistica.

Sportelli micologici

Presso l’Azienda USL Toscana Centro sono presenti degli sportelli micologici che offrono consulenza gratuita ai cittadini per il riconoscimento e il controllo di commestibilità dei funghi raccolti.
I funghi devono essere freschi ed integri e presentati alla visita preferibilmente in contenitori rigidi ed areati come i cestini.

A Empoli si trova presso il centro direzionale di Via dei Cappuccini 79
Per informazioni e appuntamenti tel. 0571 704800

Link Utili

Maggiori informazioni su http://www.regione.toscana.it/-/raccolta-funghi-ecco-le-disposizioni o al numero verde 800-860070 dell’URP Regione Toscana.