“Il pane e le rose”: 2° Edizione del Premio Letterario Nazionale

29 Marzo 2023

L’Amministrazione comunale di Montelupo Fiorentino bandisce la Edizione del Premio Letterario Nazionale “Il pane e le rose. Il Premio è riservato a racconti inediti e originali, in lingua italiana, sul tema del lavoro.
L’iniziativa risponde alle intenzioni dell’Amministrazione Comunale di valorizzare le capacità creative della cittadinanza, offrendo occasioni e spazi specifici in cui esprimerle, canalizzando la riflessione sul mondo del lavoro.

IL PANE E LE ROSE
“Vogliamo il pane ma anche le rose” è una frase che le lavoratrici del settore tessile, scese in sciopero nel 1912 a Lawrence contro la riduzione dei salari, avevano apposto su alcuni cartelli. Si voleva affermare non solo il diritto ad una paga dignitosa, ma anche quello a godere delle bellezze della vita.

Il titolo che abbiamo scelto per questo concorso letterario nasce proprio dall’intenzione di considerare il mondo del lavoro come uno dei luoghi di realizzazione dell’essere umano da intendersi nel suo senso più completo possibile.
Si intende, inoltre, uscire dalla considerazione di un lavoro e una classe lavoratrice premurosa spesso in modo astratto, ideologico, o, peggio, come un dato statistico.
Al lavoro si passa la maggior parte della vita, ma la vita non finisce con il lavoro. E, comunque, la realizzazione della felicità dovrebbe essere uno degli obiettivi più umanamente condivisi.
Vorremmo quindi dare ai partecipanti le più ampie possibilità creative nel parlare di questo tema, che possa anche fornire una qualche forma di mappatura di un territorio che è, per molti versi, ancora poco conosciuto.
Il mondo del lavoro pare radicalmente negli ultimi decenni, ma ha conservato anche molte delle caratteristiche delle epoche cambiate precedenti.
Come le generazioni più giovani vedano, vivono e sentano oggi questo mondo e come si pongano nei suoi confronti è un aspetto che assume grandissimo interesse.
Al lavoro, quindi, per conquistare le nostre rose quotidiane, assieme, sempre e ovviamente, al pane.

1. TESTI AMMESSI
L’unica forma ammessa al concorso “Il pane e le rose” è il racconto.
Il numero di battute massimo è di 15.000 , spazi inclusi.
Il tema per tutti i testi deve essere “Il lavoro”, nella libera interpretazione dei partecipanti.
Ogni partecipante può inviare un solo racconto.
I l testo in gara deve essere inedito, ossia mai pubblicato, integralmente o anche solo parziale, in formato cartaceo, on line, on demand, sotto forma di self-publishing, in e-book o in qualsiasi altra forma destinata alla pubblica fruizione. Il testo in gara non deve risultare premiato in altri concorsi letterari.
Il testo in gara deve essere contenuto in un file con estensione: .odt, oppure .rtf, oppure .docx.
Il file del racconto dovrà contenere esclusivamente il titolo e il corpus del testo, senza nessun altro segno di riconoscimento tanto meno il nominativo dell’autore, che dovrà apparire esclusivamente nel modulo di partecipazione , di cui sarà trattato più avanti.
L’invio del file è ammesso esclusivamente come allegato ad una mail all’indirizzo premioletterario@comune.montelupo-fiorentino.fi.it
L’oggetto della posta dovrà essere il seguente “Premio Letterario Il pane e le rose 2° edizione – Cognome e nome dell’autore – Titolo racconto”.
La mail può essere inviata con la richiesta di conferma di lettura a garanzia della ricezione della
stessa.
Oltre al file contenete il testo del racconto, alla mail devono essere allegate:
– il modulo di partecipazione con dichiarazione originalità e carattere inedito dell’opera, ai sensi del
DPR 445/2000, e l’autorizzazione al trattamento ai dei dati personali ai sensi dell ‘attuale normativa
sulla privacy.
– autorizzazione all’eventuale pubblicazione e diffusione del testo, in parte o in toto, su qualunque
mezzo di comunicazione, inclusi web e stampa (restano all’autore i diritti dell’opera);
– ricevuta del pagamento
– documento di identità (fronte/retro) (non necessario in caso di firma digitale dei moduli).

2. REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Il concorso è riservato a chi ha già compiuto 18 anni alla data di invio del racconto al Premio.

3. QUOTA D’ISCRIZIONE
La partecipazione al premio è ammessa previo pagamento di una quota di iscrizione pari a 15,00
euro da corrispondere tramite PAGOPA ( https://www.comune.montelupo-fiorentino.fi.it/pagamenti-e- riscossioni/ selezionando la voce “Tassa di partecipazione a concorsi” e compilando il form online). Scrivere nella causale:
“Concorso Il pane e le rose 2023 Cognome e nome dell’autore/autrice” .

4. SCADENZA
Il file del racconto dovrà essere spedito entro mercoledì 31 maggio 2023 . Non sono previste deroghe: ogni racconto risultato inviato dopo la data indicata, sarà automaticamente scartato.

5. GESTIONE DEI DATI
I dati personali saranno trattati per i soli adempimenti relativi al concorso (ai sensi del Regolamento UE 2016/679 GDPR General Data Protection Regulation). I dati e il materiale relativo al concorso sono gestiti dal Comune di Montelupo Fiorentino che controlla e garantisce l’anonimato di quanto destinato alla Commissione selezionatrice e alla Giuria.

6 . PRESIDENTE DI GIURIA, COMMISSIONE SELEZIONATRICE E GIURIA
La Presidente di Giuria dell’edizione 2023 è Simona Baldanzi, scrittrice, nata a Firenze, vive nel Mugello. Ha scritto Figlia di una vestaglia blu (Fazi, poi Alegre 2019), Bancone verde menta (Elliot 2009), Mugello sottosopra (Ediesse 2011), Il Mugello è una trapunta di terra (Laterza 2014), Maldifiume (Ediciclo 2016), Corpo Appennino (Ediciclo 2021), Pietra Pane e il mondo che c’è (Rrose Sélavy 2021). Suoi racconti sono stati pubblicati in numerose antologie e riviste.  È coautrice del soggetto del film Dafne (2019).
I membri della Commissione selezionatrice e della Giuria del Premio sono scelti dall’Ufficio Servizi Culturali, in accordo con l’Amministrazione, tra appassionati lettori e personalità della cultura e del giornalismo. La Giuria stilerà la graduatoria dei 10 finalisti selezionati dalla Commissione selezionatrice.
I finalisti possono essere in numero inferiore a 10 in caso questi ultimi non raggiungano uno standard minimo qualitativo a giudizio della Giuria stessa.
Verrà individuato un lettore “forte”, abituale frequentatore della Biblioteca Comunale, da inserire nella Giuria per la valutazione delle opere in concorso.

7. FINALISTI
I finalisti saranno avvisati esclusivamente per e-mail almeno 10 giorni prima della data prevista per la premiazione che si terrà presumibilmente nel mese di luglio 2023.

I racconti finalisti saranno raccolti in una pubblicazione online, disponibile sul sito del Comune, scaricabile e stampabile.

I testi dei finalisti potranno essere diffusi, anche in estratto, in lettura video o audio, attraverso i canali di comunicazione istituzionale (web, social, mailing e carta stampata). I diritti dei racconti partecipanti restano comunque degli autori, che cedono gratuitamente il solo utilizzo dei testi al Comune di Montelupo Fiorentino per gli scopi connessi al Premio.

8. PREMI
La Giuria assegnerà i seguenti premi:
Over 18
1° classificato/a 700 euro
2° classificato/a 400 euro
3° classificato/a 300 euro
Il conferimento del premio rappresenta un riconoscimento di merito personale.
La giuria si riserva di non nominare alcuni dei premi previsti in assenza di opere meritevoli e, al tempo stesso, potrà nominare menzioni speciali a finalisti non classificati nelle prime tre posizioni o valutare l’assegnazione di premi, anche in denaro, per ex aequo se ritenuti meritevoli.
Il giudizio della giuria è insindacabile.

9. RESPONSABILITÀ DEGLI AUTORI E DIRITTI DI PUBBLICAZIONE
Gli autori si assumono ogni responsabilità nei confronti dell’autenticità delle opere presentate, dichiarano di essere autori dell’opera proposta e garantiscono che sulla stessa non gravano diritti di terzi.
Gli autori si assumono inoltre ogni responsabilità nei confronti dell’opera presentata in relazione ai contenuti, eventuali violazioni di diritti di riservatezza o d’autore facenti capo a terzi, impegnandosi a tenere indenne il Comune di Montelupo Fiorentino dagli oneri per la difesa in giudizio, spese e danni cui venga eventualmente condannata, a seguito di azioni esperite nei suoi confronti da terzi.
Nel caso di concorrenti minorenni le dichiarazioni annunciate siano sottoscritte anche da un genitore o tutore legale.
I concorrenti si impegnano, inoltre, a non presentare gli stessi elaborati ad altri concorsi ea non far visionare le medesime opere a editori o agenti fino alla conclusione della manifestazione.
La partecipazione al concorso comporta l’accettazione del regolamento.

10. PREMIAZIONE
La cerimonia di premiazione, salvo cause di forza maggiore, si terrà presumibilmente nel mese di luglio 2023 presso il MMAB (Montelupo Museo Archivio Biblioteca) di piazza Vittorio Veneto 11 a Montelupo Fiorentino.
L’esito del concorso sarà comunicato esclusivamente ai finalisti tramite e-mail almeno 10 giorni prima della premiazione, unitamente all’invito a intervenire alla cerimonia stessa.
La graduatoria finale sarà resa pubblica nel corso della cerimonia.
La presenza di persona è indispensabile per l’erogazione del premio in denaro. Sono fatte salve le cause dimostrabili di forza maggiore che impediscono la partecipazione dell’autore o dell’autrice alla serata di premiazione; è ammessa in questo caso la partecipazione alla premiazione da parte di un delegato, munito di delega scritta da parte dei vincitori deleganti.
Le eventuali spese di viaggio, vitto e alloggio per la serata di premiazione sono a carico dei partecipanti.

11. PUBBLICITÀ E DIFFUSIONE
Il Premio e il suo esito saranno opportunamente pubblicizzati attraverso i canali istituzionali dell’Amministrazione Comunale. Il presente bando, le modalità di partecipazione, la modulistica e le comunicazioni, saranno pubblicati sul sito web del Comune di Montelupo Fiorentino.

Documenti da scaricare: