Il 22 marzo un incontro alla Fornace del Museo in occasione della GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’ACQUA

17 Marzo 2022

In questo contesto sarà presentato il libro “Le mani nell’acqua – Lavandaie e lavatoi” di Rossana Ragionieri e Nilo Capretti

Il 22 marzo si celebra la Giornata mondiale dell’acqua (World Water Day), ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 prevista all’interno delle direttive dell’Agenda 21, risultato della conferenza di Rio. L’obiettivo della giornata è sensibilizzare Istituzioni mondiali e opinione pubblica sull’importanza di ridurre lo spreco di acqua e di assumere comportamenti volti a contrastare il cambiamento climatico.

A Montelupo questa giornata sarà l’occasione per raccontare ai cittadini l’importante lavoro di sensibilizzazione e di progettazione che viene portato avanti nell’ambito del Contratto di fiume della Pesa.

«L’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e anche di “pressione” nei confronti di gestori ed enti sovraordinati che sta svolgendo il Contratto di Fiume Pesa non è secondaria, anzi direi che è sostanziale; in particolare in un anno come questo caratterizzato da scarse precipitazioni. Si preannuncia un’estate davvero complicata per il nostro bacino per perdita di biodiversità, e difficoltà di approvvigionamento dell’acqua potabile», afferma l’assessore all’ambiente del comune di Montelupo, Lorenzo Nesi.

In questa giornata ci sarà spazio anche per una riflessione storica legata al tema dell’acqua con il libro “Le mani nell’acqua. Lavandaie e lavatoi”, scritto da Rossana Ragionieri e con le fotografie di Nilo Capretti, in cui si fa riferimento anche allo storico “pozzo dei lavatoi” di Montelupo.

Il libro è patrocinato dall’Associazione dei cittadini per la salute di Empoli, dal Centro di documentazione e tradizioni popolari dell’Empolese-Valdelsa e dall’Associazione turistica pro Empoli.

Il pomeriggio sarà arricchito inoltre dalla presenza in sala di alcuni quadri di Simone Mancini, e alcune fotografie dei soci di Fotolupo che riguardano l’acqua, la Pesa, la carenza idrica.

L’associazione Fotolupo, firmataria del Contratto di Fiume, sta realizzando il progetto di videointerviste FOTOLUPO STORIES, che affronta anche il tema acqua, documenti che saranno diffusi sui loro canali social e saranno presentati nel corso della serata.