Occupazione suolo pubblico

Ultima modifica: 25 July 2022

Fine della proroga della procedura semplificata e dell’esenzione del pagamento

Introduzione riduzioni anno 2022

A partire dal 1 aprile 2022 le occupazioni di suolo pubblico saranno nuovamente soggette al pagamento del canone patrimoniale, e alla presentazione delle domande con procedura regolamentare.

Con Deliberazione della Giunta Comunale n. 36 del 31/03/2022 sono state previste per l’anno 2022 le seguenti riduzioni:
-del 90% della tariffa del canone patrimoniale per le occupazioni temporanee dei pubblici esercizi per somministrazione di alimenti e bevande in aree pubbliche o di uso pubblico (Dehors), da applicarsi sulla superficie all’aperto autorizzata dal 01/04 al 31/10/2022 nell’ambito di “somministrazione diffusa” – Montelupo all’aperto, così come previsto dall’art. 38 del Regolamento del Canone patrimoniale;
– del 10% della tariffa del canone patrimoniale per le occupazioni temporanee e permanenti realizzate da esercizi autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande in aree pubbliche o di uso pubblico (Dehors), da applicarsi sulla superficie autorizzata in ambito regolamentare al di fuori di “somministrazione diffusa” – Montelupo all’aperto.

E’ stata inoltre estesa ai primi due anni e alla zona 2 l’esenzione, prevista dall’art. 52 comma 1 lettera y) del Regolamento per la disciplina del Canone Patrimoniale di occupazione suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, stabilita per gli esercizi autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande in aree pubbliche o di uso pubblico (Dehors) che:
– intraprendono ex-novo un’ occupazione suolo pubblico,
– trasferiscono l’attività nel centro storico,
– subentrano nell’attività del precedente titolare

Inoltre con deliberazione n. 28 del 24/03/2022 è stata prorogata la scadenza al 30/09/2022.

 


Il Canone Unico Mercatale sostituisce il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) e, nei casi di occupazione temporanee, il prelievo sui rifiuti TARI. Il Canone Unico Mercatale è dovuto per l’occupazione, anche abusiva, delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate.

Chi intende occupare spazi ed aree pubbliche nel territorio del Comune è tenuto a presentare una domanda preventiva, per ottenere il rilascio della concessione o l’autorizzazione. Ciò vale per:
occupazioni permanenti, che prevedono l’uso continuativo di una certa area per un anno o più, anche con manufatti o impianti
occupazioni temporanee, che, anche se continuative, durano meno di un anno.

Situazioni di emergenza e lavori urgenti

In questi casi è consentita l’occupazione prima di aver ottenuto la concessione formale.

L’interessato, previa comunicazione dell’avvenuta occupazione all’Ufficio Tributi, è tenuto a presentare la domanda come indicato, usando il modulo per le occupazioni temporanee che si trova in questa pagina. L’Ufficio, verificata la sussistenza delle condizioni di urgenza, rilascia la concessione in sanatoria. In caso contrario, applica le sanzioni prescritte obbligando il richiedente a liberare l’area occupata.

 

Come presentare la richiesta

La domanda di concessione per occupazioni temporanee e/o permanenti si presenta almeno 30 giorni prima dell’inizio dell'occupazione, facendola pervenire in una di queste modalità:

In caso di più domande riguardanti l’occupazione della stessa area, è condizione di priorità la data di presentazione della domanda.

La concessione non può essere rilascia o rinnovata a chi non è in regola con il pagamento di canoni pregressi richiesti dal Comune per l'occupazione. Non si considera moroso chi ha un piano di rateazione e versa regolarmente le rate concordate.

Costo

  • n. 2 marche da bollo da 16 €, salvo esenzioni
  • canone di occupazione, come da tariffario
  • eventuali spese di istruttoria e/o sopralluogo
  • eventuale deposito cauzionale, se le occupazioni possono danneggiare strutture pubbliche.

Documenti da presentare

  • copia di un documento di identità valido (non è necessaria se identificati tramite SPID/CIE)
  • eventuale dichiarazione di assolvimento della marca da bollo per la presentazione telematica (il modulo si trova in questa pagina)
  • ogni altra documentazione necessaria elencata nel modulo, in base alla tipologia di occupazione.

Tappe del procedimento

In caso di esito positivo della domanda, l'Ufficio Tributi invia il modello PagoPA per il versamento del canone, completo dell'importo dovuto. Il modello può essere pagato in banche, sportelli bancomat o esercizi commerciali abilitati PagoPA (ad esempio tabaccherie, lottomatica, supermercati o PayPal).

Una volta ricevuta l’attestazione di pagamento, l’ufficio rilascia la concessione di suolo pubblico.

In caso di mancato pagamento o di mancata presentazione della documentazione richiesta, il provvedimento è negato e la richiesta viene archiviata.

Tempi

La concessione viene rilasciata entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, ad eccezione di particolari occupazioni riguardanti le attrezzature su suolo pubblico di esercizi che somministrano cibi e bevande che non rispettino quanto previsto dal Regolamento Comunale.

Normativa di riferimento

Regolamento per la Disciplina del Canone Unico Patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale (Capo IV).