4 aprile ore 21.15 | Presentazione rendiconto di mandato

29 Marzo 2024

Si avvicina la fine del mandato amministrativo 2019–2024 ed è il momento di “rendere conto ai cittadini”, di fare il punto sui progetti realizzati, su quelli in corso e quelli che ancora devono vedere un compimento. Giovedì 4 aprile alle 21.15 al MMAB si terrà un momento di incontro fra il sindaco e la giunta e i cittadini per parlare di ciò che è stato fatto negli ultimi 5 anni e per riflettere su come è cambiata Montelupo.

“Assieme alla giunta, ho sempre lavorato in una prospettiva di squadra, pensando insieme al benessere della collettività. Anche nei momenti più difficili il cittadino è sempre stato al centro della nostra azione. Lo è stato nei momenti difficili della pandemia, lo è stato anche quando abbiamo dovuto rivedere alcuni dei nostri progetti, adeguali, adattarli ai tempi: ma il nostro obiettivo è sempre stato quello di garantire servizi e opportunità alla comunità di Montelupo. Finiamo il mandato restituendo ai cittadini il lago di Sammontana nuovamente fruibile, avviando i lavori per la realizzazione della Casa di Comunità, con i lavori del ponte di Fibbiana avviati e con un futuro concreto per la Villa dell’Ambrogiana”. (Paolo Masetti)

Alcuni dei progetti che hanno contraddistinto questi anni.

Assicurare una prospettiva concreta per la Villa Medicea dell’Ambrogiana. Nel 2019, grazie ad un accordo con il Demanio proprietario della struttura, è stata aperta per sei mesi ed ha ospitato numerose iniziative. L’amministrazione si è fatta portavoce presso i diversi livelli istituzionali della necessità di recuperare questo luogo e a seguito di alcuni scambi con l’allora direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt ha iniziato a delinearsi la prospettiva di farla diventare una delle sedi del progetto Uffizi Diffusi

Particolare attenzione è stata dedicata al MMAB, divenuto centro propulsore di attività culturali ed eventi, punto di riferimento per quanto riguarda la ceramica che non ha mai smesso di essere attivo nemmeno dei momenti di chiusura della pandemia.

L’azione dell’amministrazione si è focalizzata sull’ambiente, in particolare sulla tutela del torrente Pesa, il Comune di Montelupo infatti riveste un ruolo centrale nel Contratto di Fiume Pesa. Si è agito sull’eficientamento energetico sia degli edifici che dell’illuminazione pubblica arrivando a dimezzare i consumi in 10 anni.

Uno sforzo importante è stato anche quello di incrementare i servizi nei confronti dei cittadini, grazie soprattutto al ruolo dell’Ufficio Unico, alla digitalizzazione dei servizi e all’attivazione di  sportelli di facilitazione.

In questo elenco sommario non può mancare la Protezione Civile, con tutto il lavoro fatto per creare un sistema territoriale in grado di dare una pronta risposta in caso di emergenza e anche per sensibilizzare la popolazione sul tema.

I lavori pubblici e gli interventi strutturali, alcuni dei quali finanziati grazie ai fondi PNRR: il recupero della ex Fanciullacci, il terzo lotto della scuola, la riqualificazione del Castello, il nuovo Risorti…

Questi solo alcuni degli aspetti che saranno affrontati nel corso dell’incontro del 4 aprile alle 21.15 al MMAB, piazza Vittorio Veneto, 11. Si tratta di una chiacchierata, di un botta e risposta moderata dal giornalista Simone Bachini.