COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

FabbriCare: una nuova visione di Montelupo con uno sguardo oltre i confini comunali

Il progetto presentato dal comune di Montelupo si colloca in due diversi ambiti: da un lato la rigenerazione urbana di un’area degradata alle porte della città (ex ceramiche Fanciullacci, viale Umberto e stazione ferroviaria) e dall’altro l’integrazione di azioni di sviluppo con azioni di carattere sociale.

Per saperne di più consulta la presentazione del progetto

immagine 1Il progetto, sostenuto da un'ampia ed eterogenea partnership, risponde a esigenze che sono state rilevate tramite un'indagine demografica e socio-economica, che ha esplorato le criticità del territorio, prima fra tutte l’incremento senza precedenti della proporzione di anziani e dell’onere socio-economico correlato. Un dato per tutti: il 44% della popolazione vive da sola e di questi il 43,7% ha più di 65 anni.

Il progetto si compone di sette operazioni, tra loro integrate, fra le quali due - la realizzazione del “Villaggio per l'abitare solidale” e la riqualificazione del “Viale Umberto” di accesso alla Villa Medicea, ne costituiscono il perno, funzionali da un lato alla riqualificazione di un'area degradata nel cuore della città, dall'altra a sperimentare modalità abitative innovative, che stimolino la socializzazione e l’autonomia degli anziani e consentano opportunità di lavoro assistito per giovani disabili e forme di cogestione di spazi comuni da parte di associazioni e giovani imprenditori e artisti.

La progettazione è stata pensata in una chiave ecosostenibile con l’obiettivo di realizzare un edificio autonomo da un punto di vista energetico e innovativo per quanto concerne l’impiantistica, grazie anche alla collaborazione con l’istituto Isti del CNR.

Attorno alla costituzione del “Villaggio”, nuova porta di accesso alla Villa Medicea e al Parco, ruoimmagine 2tano altri importanti interventi: primo fra tutti la riqualificazione della stazione ferroviaria, il completamento del sistema urbano delle piste ciclabili, l’efficientamento dell’illuminazione pubblica e la riqualificazione di spazi al chiuso a fini informativi, culturali e di animazione (ex teatro Risorti, ex cinema Excelsior, MMAB) e all'aperto, con l’attuazione di un progetto che prevede la caratterizzazione di luoghi della città attraverso installazioni d’arte.

Il progetto Fabbricare è frutto di uno sforzo tutto interno al comune di Montelupo Fiorentino, che tiene conto dei bisogni del territorio. – afferma il sindaco Paolo Masetti - Da un punto di vista urbanistico si va a completare il recupero del centro cittadino e a collegarlo con l’area dell’Ambrogiana anche in vista della chiusura dell’opg. Da un punto di vista sociale e culturale il comune di Montelupo va a sperimentare un nuovo approccio di gestione non più fondato su logiche assistenziali”