COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Manises

Situata sulla riva destra del Tura, a soli 6 chilometri da Valenza, conta oggi 25 mila abitanti.

La principale attività della cittadina, che l'ha resa famosa nel mondo intero, è la produzione della ceramica, che a Manises inizia già nel XIII secolo, e da allora segue ininterrotta, tanto che Manises può dirsi oggi il centro di produzione della ceramica più importante di Spagna.

A partire dal 1300 l'industria ceramica locale inizia a svilupparsi, sulla base dei preesistenti laboratori musulmani, e dal XIV al XVI secolo si specializza nella produzione di maiolica e mattonelle decorate con i caratteristici riflessi dorati e azzurri, richiesti in tutta Europa, dove venivano importati da aperte dei mercanti pisani, genovesi, milanesi e veneziani.

Il successo dell'industria ceramica portò un rilevante sviluppo urbanistico nel XV secolo: nel 1473, per volere di Pere Boil, XI signore di Manises, si progettò l'ingrandimento del nucleo residenziale a sud della città, allargando anche al cinta muraria, e si consolida e amplia il quartiere dei laboratori di ceramica, chiamato appunto "Barri d'Obradors". Nonostante le differenze etniche, di costume e di religione, cristiani e musulmani, fino all'inizio del XVI secolo convissero abbastanza pacificamente, dedicandosi principalmente e in egual misura all'agricoltura e alla ceramica.

L'espulsione dei mori da regno di valenza nel 1609, insieme al calo della domanda di manufatti in ceramica, coincise con un notevole declino sociale ed economico della città.

Solo alla fine del XVIII secolo cominciano a notarsi alcuni cambiamenti importanti nella produzione della ceramica, in seguito all'apertura di laboratori da parte di artigiani stranieri. Nel XIX secolo si apre un nuovo periodo d'oro per al ceramica locale,e aumentano sia la domanda interna che le esportazioni. Le industrie di Manises producevano tutto quello che potevano, dalla maiolica ordinaria per le suppellettili a quella decorata con i tradizionali riflessi metallici, suppellettili di lusso e piastrelle negli stili più diversi.

Il momento d'oro della ceramica di Manises fu interrotto nel 1936 dalla Guerra Civile. Tre anni più tardi, ristabilita la pace, i settori ancora in funzione erano soprattutto quelli destinati alla produzione di sanitari di buona qualità a prezzi contenuti.

Con la democrazia e le elezioni locali, nel 1979, il governo provinciale e i produttori di ceramica si adoperano per rimediare alle carenze nelle infrastrutture cittadine e migliorare l'organizzazione imprenditoriale. Ma, paradossalmente, il momento in cui si danno più servizi d'appoggio è anche quello in cui più si avvertono l'eccessiva specializzazione del settore e la concorrenza internazionale. Una crisi ancora oggi difficile da superare.

 

Per saperne di più:

http://www.manises.es

 

Manises art i tradiciò
http://www.youtube.com/watch?v=Ok6FkUwV21s&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=kb8cs8wa_Xw&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=8_YUNmqBu_Q&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=Gp3ZXtBH_2g&feature=related

 

Fiesta de la Céràmica de Manises 2006

http://www.youtube.com/watch?v=MnBiKChIV6g
http://www.youtube.com/watch?v=t8YLEyIr3nI&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=0FzXLbY3NA8&feature=related

 
Dove rivolgersi
Ufficio Istituzione Montelupo Cultura e Promozione
Località: Montelupo Fiorentino
Indirizzo: Viale Cento Fiori, 34

Responsabile dell'informazione:
Bellucci Andrea - a.bellucci@comune.montelupo-fiorentino.fi.it
Telefono: 0571-917516



Foto & video