COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Cittadinanza onoraria a Piero Angela

Il consiglio comunale straordinario si terrà in occasione dell’inaugurazione dell’osservatorio astronomico Beppe Forti, collocato nella zona di San Vito in fior di Selva

Sabato 14 luglio sarà un giorno importante per Montelupo Fiorentino, di quelli da segnare in rosso sul calendario.

Alle ore 10.30, infatti, arriverà nella città della ceramica Piero Angela per ricevere la nomina a cittadino onorario di Montelupo. Una decisione presa all’unanimità da maggioranza e opposizione.   Il Consiglio Comunale straordinario si terrà in occasione dell’inaugurazione dell’osservatorio astronomico “Beppe Forti” situato nella zona di San Vito in Fior di Selva.

Il 29 marzo del 2003 Piero Angela prese parte alla cerimonia di posa della prima pietra di quello che sarebbe diventato l’osservatorio e a lui venne intitolato un asteroide scoperto nel 1994 da Andrea Boattini e Maura Tombelli (attuale presidente del GRAM - Gruppo Astrofili di Montelupo Fiorentino).

Piero Angela per queste circostanze, per la sua indiscutibile opera di divulgazione e per il contributo che ha dato al mondo della scienza è di fatto il “padrino” di questo luogo importante per la città di Montelupo Fiorentino.

Alle 11.00 si terrà il consiglio comunale straordinario a cui seguirà l’inaugurazione ufficiale della struttura.

Nel pomeriggio alle 16.30 presso il Cinema Mignon è prevista una conferenza di Piero Angela sul tema “L'importanza dello studio dell'astronomia e dello spazio”.

L’osservatorio Astronomico

L’osservatorio astronomico è “figlio” dell’associazione gruppo Astrofili di Montelupo, una ONLUS costituita nel 1995 da un gruppo di appassionati di astronomia. Fra i suoi soci fondatori si annoverano personaggi illustri in campo astronomico.

La storia del gruppo Astrofili di Montelupo inizia nel 1994 con la scoperta - fatta da Maura Tombelli (attuale presidente dell’associazione) e Andrea Boattini – di un asteroide potenzialmente pericoloso per la terra. Un evento che ebbe una notevole risonanza nella comunità scientifica. A tale scoperta ne seguirono altre e Maura Tombelli nel tempo è stata accreditata fra gli esperti di astronomia a livello nazionale.

In pochi anni, grazie anche alla nutrita partecipazione di persone appassionate alla materia, si comincia a pensare alla realizzazione di un osservatorio astronomico a Montelupo, nella zona collinare di San Vito.

Visto il notevole sviluppo dell’attività e i risultati già raggiunti nel corso degli anni di attività, con l’incoraggiamento e il sostegno del Comune di Montelupo Fiorentino, di un gruppo di aziende del settore edilizio ed impiantistico operanti nella nostra area e dei Signori Drighi che hanno donato un terreno idoneo, è stato progettato l’osservatorio astronomico: concepito sia negli spazi che nelle attrezzature in modo funzionale per svolgere al meglio le attività di servizio pubblico.

Il progetto è stato realizzato nel 1995 dall’architetto Massimiliano Marconcini. Le tappe fondamentali del percorso che ha condotto allo stato attuale sono le seguenti:

  • 1995: presentazione del progetto
  • 29 marzo 2003:  posa della prima pietra con la presenza, in qualità di padrino, di Piero Angela.
  • 26 giugno 2004: inizio dei lavori in occasione della visita di Margherita Hack.
  • 01 luglio 2005: copertura del tetto e visita di Franco Pacini.
  • 2006 – 2012: lavori di muratura, predisposizione dell’impiantistica.
  • 2013: installazione infissi.
  • 2015: allaccio luce elettrica.
  • 2017: posa della cupola


A oggi mancano ancora alcuni interventi per completare l’opera fra cui soprattutto l’acquisto di un telescopio idoneo alle attività svolte e alle potenzialità della struttura.

Il commento del sindaco Paolo Masetti

«Sabato 14 luglio è un giorno importante per la nostra comunità. In primo luogo perché diventa nostro concittadino uno studioso, un giornalista, un uomo che ha saputo tradurre concetti anche molto complessi in modo tale da farli comprendere a tutti e soprattutto perché ha reso tali concetti affascinanti. Piero Angela ha inventato un genere, una cifra stilistica, ha portato in tutte le case materie che parevano essere lontane dal quotidiano.

A lui si deve la creazione di numerosi programmi scientifici per la televisione italiana, incluso il programma settimanale 'Quark'. Ha prodotto e condotto molte serie popolari, come 'La Macchina Meravigliosa' (un viaggio all'interno del corpo umano) e 'Il Pianeta dei Dinosauri', entrambe trasmesse in più di 40 paesi. Ha scritto numerosi libri e ha ricevuto 8 lauree honoris causa in Scienze Biologiche”. Dal 14 luglio sarà cittadino di Montelupo e questo è per noi un onore.

La cittadinanza onoraria viene conferita nel giorno in cui, di fatto, si inaugura l’osservatorio “Beppe Forti”, un luogo fortemente voluto dal Gruppo Astrofili e sostenuto dall’amministrazione comunale, anche con importanti risorse economiche.

Ciò in virtù delle sue grandi potenzialità e dei benefici che porterà alla comunità da un punto di vista scientifico, culturale ed anche turistico, ma soprattutto perché “tutti i bambini hanno il diritto di sognare e di sentirsi al centro dell’universo”»

 

 

 

Il consiglio comunale si terrà alle ore 11.00 presso l’osservatorio di San Vito in Fior di Selva.
Sarà istituito un senso unico di marcia a salire da Camaioni.
Sul posto saranno presenti pattuglie delle polizia municipale dell’Unione dei comuni Empolese Valdelsa e di Lastra a Signa a regolare il traffico.

La capienza massima del luogo (compresa l’area esterna) è di 300 persone.

La conferenza del pomeriggio si terrà presso il cinema Mignon, via Baccio da Montelupo, 33; i posti disponibili sono 278 per questo invitiamo le persone a prenotarsi utilizzando la piattaforma Evenbrite, l’evento è disponibile al seguente link:

https://www.eventbrite.com/e/piero-angela-limportanza-dello-studio-dellastronomia-e-dello-spazio-tickets-47912721239

Domenica 15 luglio l’osservatorio astronomico rimarrà aperto alla cittadinanza per le visite