COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Via fratelli Cervi: inizia la riqualificazione, collegata all’intervento di recupero della Ex Artinvetro.

Dal 20 giugno previsti cambiamenti alla viabilità

Il progetto di recupero dell’area Ex Artinvetro ha origini lontane nel tempo. Risale alla fine degli anni Novanta ed era inserito in un articolato Piano di Riqualificazione Urbanistica (PRU) al quale il comune di Montelupo aderì con diverse azioni che interessavano sia il pubblico che il privato.

È in questo ambito che è stato realizzato il Parco dell’Ambrogiana (oltre 85.000 mq di verde pubblico), che è stata recuperata la chiesa di Santa Lucia, attuale sede del Museo Archeologico e che sono stati costruiti alcuni alloggi popolari nella zona prospiciente la scuola Margherita Hack.

Gli interventi richiesti da privati per cui il comune ha fornito le concessioni e l’autorizzazione a costruire sono il recupero della Torre dei Frescobaldi (realizzato da alcuni anni) e la riqualificazione dell’area Ex Artinvetro.

Il progetto complessivo prevedeva che l’azienda oltre a realizzare i nuovi edifici nell’are occupata dalla vetreria storica si occupasse della bonifica e soprattutto di importanti opere di urbanizzazione.

A distanza di oltre 15 anni l’intervento è iniziato ed è stato suddiviso in diverse fasi. È terminata la costruzione del primo edificio ed è già iniziato il secondo.

La prima opera di urbanizzazione già attuata è stata la realizzazione di una nuova strada con 30 posti auto, via Caduti del Lavoro.

Dal prossimo 20 giugno inizierà la seconda e più impegnativa opera che riguarda la riqualificazione di via fratelli Cervi. Un intervento che durerà fino al 30 ottobre ed è stato articolato in diverse fasi.

  1. 20 giugno – 15 luglio . Lavori di realizzazione del marciapiede e della pista ciclabile nel tratto compreso fra l’area ex Vae e via della Chiesa, lato destro procedendo in direzione Empoli. Cambiamento di viabilità: divieto di sosta e transito a senso unico alternato regolato da un semaforo
  2. 16 luglio – 30 agosto. Messa in opera del nuovo acquedotto, ampliamento dell’esistente e sostituzione degli allacci nel tratto compreso fra via don Primo Mazzolari e via della Chiesa. Cambiamento di viabilità: transito a senso unico alternato regolato da un semaforo
  3. 1 settembre – 30 ottobre. Abbassamento della sede stradale, costruzione del nuovo marciapiede, realizzazione di alcuni posti auto e installazione di una nuova illuminazione pubblica nel tratto compreso fra l’area ex Vae e via 1° Maggio sul lato sinistro procedendo in direzione Empoli. Cambiamento di viabilità: transito a senso unico alternato regolato da un semaforo, con possibilità in alcuni momenti (quando sarà abbassata la sede stradale) della chiusura completa al transito.

Si tratta di lavori di cui il comune e i suoi tecnici hanno solamente la supervisione, mentre la realizzazione pratica riguarda costruttori privati e Acque spa.

«La riqualificazione di via fratelli Cervi è uno dei lavori più attesi dai cittadini di Montelupo. – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Lorenzo Nesi – per il fondo stradale fortemente deteriorato e la mancanza di alcuni marciapiedi. Un aspetto non secondario riguarda la realizzazione di un importante tratto di pista ciclabile come previsto nel “biciplan” comunale. Con questa opera, e le altre che seguiranno, l’Erta e l’Ambrogiana entreranno a pieno titolo nel salotto buono della città. Certo è che nei prossimi mesi la situazione della viabilità non sarà semplice. Abbiamo chiesto di concentrare il grosso dell’intervento nei momenti di chiusura delle scuole, anche se, data la complessità dei lavori, ciò non sarà possibile totalmente».

Il progetto complessivo prevede poi altri interventi, che saranno realizzati in seguito:

  1. riqualificazione di via fratelli Cervi da via della Chiesa a via dei Medici con la realizzazione di una rotatoria all’incrocio con via 1° Maggio;
  2. sistemazione di via della Chiesa;
  3. sistemazione di via don Primo Mazzolari lungo nella zona occupata dall’altra vetreria storica di Montelupo, la Vae;
  4. la creazione di una piazza in parte a verde e in parte lastricata che si apre verso il parco dell’Ambrogiana di una superficie di 8000 mq e di 130 nuovi posti auto (di cui 30 già disponibili su via caduti del lavoro).


Foto & video