COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Scuola: si inizia il 15 settembre con orari diversi in base alla classe e all’istituto frequentato

Questo anno scolastico inizia con tante novità per quanto riguarda il servizio mensa

15 settembre: primo giorno di scuola. Terminate le vacanze estive, è ormai tempo di conto alla rovescia per tornare in aula. Riportiamo alcune informazioni utili per affrontare al meglio l’inizio del nuovo anno.

Orari di inizio delle lezioni

Il primo giorno di scuola le lezioni inizieranno in modo differenziato in base alla classe frequentata dagli alunni.

 Scuola secondaria di primo grado (medie)

  1. classe terza: entrata ore 8.00
  2. classe seconda: entrata ore 8.50
  3. classe prima: entrata ore 9.45

Per tutti l’uscita è alle ore 11.30

Scuola primaria (elementari)

  1. classi 3 – 4 – 5, Istituto Baccio da Montelupo: entrata ore 8.30
  2. classe 2, scuola Margherita Hack: entrata ore 9.00
  3. classe 1, scuola Margherita Hack: entrata ore 9.30

Per tutti l’uscita è alle ore 12.30

  Scuola dell’infanzia (materne)

  1. 4 e 5 anni: entrata dalle 8.30 alle 9.00; uscita dalle 12.15 alle 12.30
  2. 3 anni: entrata e uscita secondo le modalità comunicate ai genitori nella riunione

Servizio mensa

Il servizio mensa sarà attivo dal 22 settembre per tutte le classi, fatta eccezione per la prima elementare e i 3 anni della scuola dell’infanzia.

Anche quest’anno, grazie alla collaborazione fra amministrazione comunale e dirigenza scolastica, l’orario prolungato inizierà già dalla seconda settimana di scuola e tiene conto delle esigenze didattiche e di disponibilità di personale docente, espresse dalla scuola

Questo anno 2015-2016 sarà caratterizzato da novità importanti per quanto riguarda la mensa scolastica: giunge, infatti, a compimento il progetto di revisione dei menu proposti ai ragazzi.

Il progetto è iniziato già dalla metà dello scorso anno con l’obiettivo specifico di seguire le recenti linee di indirizzo in merito all’alimentazione, che suggeriscono l’utilizzo di una maggiore quantità di verdure e cereali rispetto a proteine animali. Lo scorso anno sono stati introdotti alcuni piatti e ne è stato verificato il gradimento da parte dei bambini. Alcune ricette hanno riscosso successo, mentre altre meno.

Sulla base di queste indicazioni è stato pensato un menu sperimentale: sono stati introdotti piatti a base di verdure, ma cucinati in modo da essere invitanti anche per i più piccoli.

Il nuovo menu articolato in 4 settimane, sarà proposto per due volte, dopo di che verrà effettuata una verifica del gradimento, prima di elaborare quello definitivo.

«L’educazione alimentare è una tappa importante del processo formativo che si ripercuote sulle abitudini e sulla qualità della vita dei nostri ragazzi.

Da anni la mensa di Montelupo utilizza prodotti di filiera corta e, quando possibile, biologici; ci siamo però resi conto che ciò non è sufficiente. Crediamo che sia necessario abituare i bambini a sapori diversi, a piatti più sani. Richiesta questa è arrivata dalla ASL, con cui stiamo portando avanti la revisione dei menu della mensa, ma anche dagli stessi genitori. Certo non si tratta di un percorso semplice: lo scorso anno abbiamo ricevuto anche proteste e osservazioni da parte dei genitori. Il nostro obiettivo è quello di offrire, nel limite del possibile, prodotti di qualità e siamo lieti di avere un ritorno da parte dei genitori. Ricordo che chi lo desidera può anche richiedere di mangiare alla mensa per assaggiare i piatti che proponiamo», afferma l’assessore alla scuola Simone Londi.

Servizio scuolabus

Il servizio di trasporto scolastico sarà attivo fin dal primo giorno sia in entrata (per tutte le classi che seguono orari ordinari quindi terze medie, terza, quarta e quinta elementare e 4 e 5 anni della scuola dell’infanzia) e in uscita.

Servizi di pre e post scuola

Pre scuola e ingresso anticipato  - Scuola dell’infanzia

  1. PRESCUOLA: il servizio si svolge dalle ore 7.30 alle ore 8.30, con diverse modalità. 
    Dalle 7.30 alle 8.00 il servizio è  gestito dal Comune, a pagamento, e viene svolto dalle
  2. INGRESSO ANTICIPATO: dalle ore 8.00 alle ore 8.30 i bambini sono invece affidati alle insegnanti presenti per turno. La mezz’ora impiegata in questo servizio viene tolta dalla compresenza in classe.

 Post scuola dell’infanzia
Il post scuola è un servizio extrascolastico a richiesta che consente ai genitori di venire a prendere i propri figli dalla scuola dell’infanzia alle ore 17.30 invece che alle ore 16.30.
Tale servizio è gestito dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’associazione “L’Ottavonano”; non rientrando nell’orario scolastico è a pagamento.

 Pre scuola  scuola primaria e secondaria di primo grado

È un servizio extrascolastico a richiesta che consente ai genitori di portare i propri figli a scuola prima dell’orario di inizio delle lezioni.

È attivo dalle 7.30 alle 8.00 per la scuola secondaria di primo grado e per la scuola primaria. Il servizio è svolto in collaborazione con la Pubblica Assistenza ed è a pagamento

«Inizia un nuovo anno scolastico e si tratta di un momento importante un po’ per tutta la comunità. Per i nostri ragazzi, che dopo tre mesi di vacanza tornano sui banchi di scuola, per le famiglie ma anche per la dirigenza scolastica e per l’amministrazione comunale. È forte il nostro impegno affinché tutto sia al meglio, i servizi siano adeguati e ben organizzati. È nostro dovere porre le condizioni ottimali per favorire l’apprendimento, nonostante le ormai note difficoltà economiche.

Ecco dunque che anche per quest’anno l’amministrazione stanzia oltre 20.000 euro a sostegno dei progetti didattici e circa 40.000 per le attività di supporto all’handicap. Nello stesso tempo avviamo un dialogo continuo con la scuola per cogliere le opportunità che potranno verificarsi durante l’anno.

È grazie a questo ottimo rapporto che siamo in grado di rispondere alle esigenze dei nostri studenti e nei casi in cui non siamo in grado di intervenire, possiamo confidare nell’aiuto: penso ad esempio ai genitori che hanno avviato una “raccolta fondi” per l’acquisto dei giochi per la scuola materna.

È un bel modo di fare comunità e credo che sia anche un insegnamento positivo che trasmettiamo ai nostri ragazzi. È con questo spirito che auguro un buon inizio anno a tutti: studenti, insegnanti, lavoratori della scuola e famiglie. Un auguro accompagnato da una promessa: ci vediamo nei prossimi giorni a scuola», afferma il sindaco Paolo Masetti.



Foto & video