COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Patrocini e contributi alle associazioni: l’amministrazione comunale sta predisponendo un apposito regolamento

Prima di arrivare alla stesura definitiva l’amministrazione ha organizzato un ciclo di  incontri di presentazione con le associazioni di volontariato che avranno tempo fino al 15 settembre per fare osservazioni

Il tessuto associativo di Montelupo Fiorentino è molto ricco ed eterogeneo, caratterizzato da realtà con esigenze molto diverse.  Per questa ragione l’amministrazione comunale ha sentito la necessità di riorganizzare la gestione di questo ambito e di regolamentare le modalità di interazione, concessione patrocini, contributi e spazi alle singole associazioni.

Gli strumenti elaborati sono di fatto due regolamenti: il regolamento comunale per la valorizzazione delle attività di volontariato e “il regolamento per la concessione di contributi, patrocinio e altri benefici economici”.

Il primo è stato approvato nel novembre 2014 e istituisce l’albo delle associazioni.
L’iscrizione all’albo è un condizione necessaria per richiedere contributi economici, patrocini e altri benefici. Dall’inizio del 2015 è stato fatto un grosso lavoro di censimento delle associazioni e raccolta delle domande e nel mese di settembre sarà approvato l’albo. Ovviamente saranno possibili integrazioni in caso di nuovi iscritti.

La scelta di istituire l’albo risponde all’esigenza di capire quali e quante fra le associazioni nominalmente presenti sul territorio sono realmente attive e qualificare quest’ultime come soggetti titolati a collaborare con l’amministrazione comunale. Ad oggi sono state presentate oltre 60 domande di iscrizione.

La questione relativa alla concessione di contributi e patrocini è più complessa perché prevede tanti aspetti e perché da oggi in poi disciplinerà in maniera rigorosa questo aspetto.
Per tale ragione, l’amministrazione comunale prima di procedere con l’approvazione definitiva ha deciso di confrontarsi con le associazioni organizzando nel mese di luglio  tre distinti incontri in base agli ambiti di attività: sport, sociale, altri ambiti di intervento.

Le diverse realtà avranno tempo fino al 15 settembre per chiedere chiarimenti, esprimere eventuali dubbi e presentare osservazioni.

«Mi piacerebbe che fosse compreso lo spirito con cui è stata portata avanti tutta questa iniziativa che non deve essere intesa come un’operazione meramente burocratica, ma come il reale tentativo di mettere ordine nelle modalità di gestione dei rapporti con le associazioni al fine di garantire una sempre maggiore trasparenza ed equità», afferma il sindaco Paolo Masetti

«Il nostro tessuto associativo è particolarmente ricco ed eterogeneo e ogni realtà rappresenta un valore aggiunto per la comunità. Ogni associazione contribuisce con il suo operato che ha una ricaduta positiva sulla città: da chi offre supporto sociale e sanitario a chi organizza attività sportive per bambini e adulti; da chi si occupa di promozione culturale a chi opera per la salvaguardia dell’ambiente. Senza una di queste associazioni mancherebbe un tassello importante per Montelupo. Proprio per questo la giunta si è data fra i suoi primi obiettivi quello di valorizzare il volontariato», prosegue l’assessore all’associazionismo Andrea Salvadori.

In primo luogo vengono individuati i soggetti che possono richiedere i diversi benefici e questi sono:  pubbliche amministrazioni, associazioni e fondazioni,  enti ecclesiastici.
Inoltre l’iscrizione all’albo comunale è requisito essenziale per presentare qualsiasi richiesta per tutte le associazioni che hanno sede a Montelupo Fiorentino.

Appare subito evidente la scelta fatta all’amministrazione di non patrocinare, né sostenere economicamente o in altre forme le attività commerciali e neppure le iniziative che in vario modo possano avere scopo di lucro.

Quali sono gli ambiti disciplinati dal nuovo regolamento?
1.    Concessione del patrocinio comunale
2.    Concessione di contributi ordinari e straordinari
3.    Assegnazione di spazi comunali alle associazioni
4.    Concessione temporanea di attrezzature comunali destinate allo svolgimento di spettacoli, manifestazioni e iniziative

Il regolamento definisce tempi e modi per richiedere patrocini, contributi, spazi e attrezzature, introducendo alcune importanti novità.

«L’approvazione del regolamento sarà accompagnata da altre azioni di sensibilizzazione e sostegno nei confronti del volontariato. A partire dalla creazione di uno spazio dedicato sul sito del comune per arrivare ad altre forme di presentazione delle diverse associazioni alla cittadinanza.
È importante che i cittadini sappiano quali sono le realtà che operano sul territorio, che cosa fanno e come entrare in contatto con loro. Il volontariato è una risorsa da valorizzare, troppo spesso poco conosciuta. Penso ad esempio al lavoro compiuto da quei soggetti che operano in ambito sociale e sanitario senza il cui apporto anche noi non potremmo mantenere gli attuali livelli di assistenza», conclude Marinella Chiti, assessore alle politiche sociali.



Foto & video