COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

La Ceramica Toscana si presenta ad Expo

Creato Giovedì, 02 Luglio 2015 12:30
Ultima modifica il Venerdì, 03 Luglio 2015 07:39
Pubblicato Giovedì, 02 Luglio 2015 12:30

Dal 7 al 12 luglio lecittà che aderiscono all’associazione Terre di Toscana saranno protagoniste dello stand che la Regione Toscana ha allestito in occasione di Expo.  Ospiti di eccezione le due imprese storiche della manifattura ceramica toscana: la Bitossi Ceramichedi Montelupo Fiorentino e la Manifattura Richard Ginoridi Sesto Fiorentino.

Per una settimana saranno di scena l’arte e la creatività della ceramica toscana con un originale allestimento ispirato al linguaggio universale dell'Arte, mediante il quale la Ceramica Toscana porta a Expo la materia prima utilizzata per la realizzazione dei capolavori dell'architettura rinascimentale e per le tavole e le abitazioni delle grandi famiglie fiorentine.

L'allestimento realizzato nello spazio “Fuori Expo” presso i Chiostri dell'Umanitaria in via Daverio, 7 nasce da un progetto sostenuto dalla Camera di Commercio Industria e Artigianato di Firenze.

Dimostrazioni, laboratori ed eventi per presentare al mondo l’artigianato toscano.

Le "Terre di Toscana" sono conosciute nel mondo per l'originale compenetrazione tra le bellezze naturali e il prodotto di un'operosa e intelligente trasformazione del territorio da parte dell'uomo. Ma questa terra e quegli uomini, in alcuni casi, non sono soltanto rappresentati in importanti opere, artistiche e architettoniche, o in un paesaggio straordinario.

Dal connubio tra ambiente e laboriosità umana, ove il lavoro si è più volte compenetrato con l'ingegno e lo spirito creativo, sono nate e si sono sviluppate anche manifatture di grande valore artistico: le maioliche, le terrecotte e la porcellana.

L’associazione Terre di Toscana nasce nel 1999 e riunisce le città accomunate dalla tradizionale lavorazione della terracotta o della ceramica: Anghiari Arezzo), Asciano (Siena), Carmignano (Prato), Impruneta (Firenze), Montelupo Fiorentino (Firenze), Montepulciano (Siena), Monopoli in Val d'Arno (Pisa), Sesto Fiorentino (Firenze) e Trequanda (Siena).

L’obiettivo è quello di far conoscere al mondo una tradizione che non ha eguali e farla diventare volano per il turismo.

La partecipazione alla kermesse milanese è certamente un’occasione preziosa per far conoscere al grande pubblico la ceramica toscana, la tradizione che l’ha resa celebre nei secoli in tutto il mondo (pezzi originali di maiolica toscana prodotta a Montelupo intorno al 1500 sono stati rinvenuti a Cuba), ma ci sarà spazio anche per approfondimenti dedicati al design moderno e all’uso innovativo della ceramica.

Accanto alla mostra storica della Ceramica Toscana dei comuni di Terre di Toscana, il Fuori Expo della Ceramica ospita l'eccellenza del design della ceramica attraverso la partecipazione della Bitossi Ceramiche di Montelupo Fiorentino e della Manifattura Richard Ginori di Sesto Fiorentino. Le figure emblematiche di Aldo Londi a Montelupo e di Giò Ponti a Sesto Fiorentino sono rappresentate da oggetti simbolo della storia della ceramica italiana.

Il grande totem realizzato in ceramica ad Ettore Sottsass prodotto a Montelupo Fiorentino accoglie i visitatori nello spazio delle imprese storiche.

Ogni giorno si terranno dimostrazioni e laboratori di maestri artigiani curate dal Museo della Ceramica di Montelupo in collaborazione con il colorificio ceramico Colorobbia, eventi di presentazione di eccellenze produttive e incontri tematici sui temi dell'arte e del design, degustazioni di prodotti e cooking show a cura dei Cuochi dell'Alleanza di Slow Food Toscana, mentre il Wine Bar di eCHIANTI – Bagno a Ripoli le colline di Firenze e del Chianti servirà una selezione di prodotti toscani, olio extravergine di oliva e vini di pregio.

Un'occasione unica per sperimentare la complessità e la ricchezza degli infiniti usi di questo materiale e per assaporare cibi eccellenti in contenitori unici.

La mostra mercato della ceramica e della terracotta toscana offrirà la possibilità di acquistare pezzi unici realizzati dai maestri ceramisti toscani.

Il giardino dell'Arte e del Silenzio accoglie le suggestive installazioni di Eugenio Taccini, maestro ceramista di Montelupo, Biciclette:15 colorati personaggi in ceramica che traggono ispirazione dalla tradizione degli arlecchini montelupini, a cavallo di biciclette, realizzati con i giovani artisti dell'Accademia delle Belle Arti di Firenze.

Non poteva mancare, inoltre, la raffigurazione di Pinocchio, sempre a cura del maestro Taccini.

I visitatori avranno modo di sperimentare la lavorazione della ceramica, creando le loro personali “opere d’arte”, che su richiesta potranno essere cotte e spedite a domicilio a cura delle “Terre di Toscana”.

Ogni sera sarà proposto un aperitivo con degustazione di un vino toscano e il buffet dei prodotti locali a cura di eCHIANTI. A seguire è previsto un cooking show a tema e diverso per ogni sera: l’olio, la pappa al pomodoro, la trippa e il lampredotto. In ogni momento sarà possibile degustare e acquistare prodotti tipici della tradizione toscana nel Wine Bar, che prevede anche una formula di “abbonamento” alle degustazioni, acquistabile in loco.

Molte le iniziative in programma per presentare e far conoscere la produzione tipica della nostra regione.

Fra queste vale la pena di ricordare Mercoledì 8 luglio alle ore 18.00 una conferenza dedicata ai "Sistemi innovativi nanotecnologici per la protezione e la pulitura di superfici" a cura della dott.ssa Moira Ambrosi del Consorzio interuniversitario per lo sviluppo dei Sistemi a Grande Interfase (CSGI) – Università di Firenze, dipartimento di Chimica..

Giovedì 9 luglio alle ore 18.00 i visitatori saranno invitati a compiere un balzo indietro nel tempo grazie all’incontro dal titolo “A tavola con Lorenzo il Magnifico e Leonardo da Vinci, la Ceramica di Montelupo nella mensa rinascimentale”. La conferenza sarà accompagnata da una performance teatrale il cui protagonista è il celebre Lorenzo de' Medici

Venerdì 10 luglio alle ore 18.00 l'Architetto Benedetto Fasciana dello studio di Matteo Thun presenterà la nuova collezione: La Venere Bianca, realizzata con la Bitossi Ceramiche di Montelupo Fiorentino, a testimonianza di una collaborazione che si rinnova nel tempo.

Sabato 11 luglio alle 18.00 si terrà la conferenza dal titolo “La Terracotta e il Vino”.

L'enologo Francesco Bartoletti presenterà le caratteristiche di due vini elaborati con la terracotta di Impruneta nelle giare prodotte dalla Fornace Artenova di Leonardo Parisi.

A seguire, degustazione gratuita dei vini maturati nella terracotta: Tenuta Belvedere Rignano sull'Arno Firenze, Vino bianco - Noesis 2014 IGT Toscana e Tenuta Casadei Suvereto Livorno, Vino rosso - Syrah 2013 IGT Toscana.

Domenica 12 luglio alle 18.00 è il turno del Museo Archeologico di Montelupo che, con una conferenza di Marzio Cresci, porterà ad expo il più antico pecorino toscano prodotto e maturato nella terracotta: Il Marzolino.

Il programma dell’intera settimana è disponibile sul sito www.expotuscany.it