COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Dal 6 gennaio torna la “Domenica dei piccoli”

Appuntamento con la rassegna di teatro di figura che da anni riscuote successo a Montelupo Fiorentino. In programma lo spettacolo “I musicanti di Brema”

Segnatevi nel calendario la data del 6 gennaio: avete appuntamento con il mondo della fantasia e dell’immaginazione.

Torna, infatti, “La domenica dei piccoli”, rassegna di teatro di figura che si tiene presso il Circolo Arci il Progresso di Montelupo Fiorentino.

“La domenica dei piccoli” è diventata un appuntamento fisso e atteso da molte famiglie del territorio. Basti pensare che lo scorso anno la rassegna ha visto una presenza media di 115 spettatori a spettacolo.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione fra il comune di Montelupo Fiorentino, la compagnia Teatrombria e il circolo Arci il Progresso con l’obiettivo di promuovere la conoscenza del teatro di figura nelle sue differenti tecniche e nella sua poetica: marionette, ombre, burattini e pupazzi…

Un tipo di rappresentazione che erroneamente in Italia viene considerata minore, ma che in realtà vanta un’antica tradizione.

«Abbiamo promosso “La domenica dei piccoli” proprio con l’obiettivo di far conoscere a un vasto pubblico il teatro di figura, coinvolgendo adulti e bambini e proponendo sia spettacoli sia laboratori in cui invitiamo i partecipanti a costruirsi la propria “marionetta”.

Infatti, un tratto distintivo di questa tipologia di spettacoli è che spesso l’attore si costruisce anche la sua marionetta e i suoi oggetti scenici. C’è quindi un rapporto “affettivo” fra l’attore l’oggetto teatrale ed è così che l’attore riesce ad animare l’oggetto che ha realizzato e che, di fatto, diventa un suo prolungamento fisico ed emotivo. È questa la fascinazione del teatro di figura.

Anche per l’edizione 2015 abbiamo cercato di proporre un programma di spettacoli variegato e tale da offrire una panoramica quanto più vasta possibile di questo mondo di figura con compagnie professioniste che lavorano da tanti anni nel settore dei ragazzi», spiega Grazia Bellucci della Compagnia Teatrombria.

L’amministrazione comunale da anni investe nella rassegna nella convinzione che sia un’importante occasione di socializzazione e di promozione culturale per le famiglie.

«Parlare di politiche giovanili vuol dire pensare e progettare anche attività per le famiglie. “La domenica dei piccoli” è una rassegna che il comune di Montelupo promuove da diversi anni e che merita di essere adeguatamente valorizzata.

È in primo luogo un’occasione di socializzazione per le famiglie, una socializzazione che si fonda su una proposta di qualità e che vuole valorizzare una forma espressiva ancora poco conosciuta e apprezzata.

In questo percorso abbiamo trovato l’importante e produttiva collaborazione della compagnia Teatrombria e del circolo Il Progresso, grazie ai quali riusciamo a proporre una rassegna di qualità, seppur a prezzi irrisori (due euro a spettacolo)», afferma Simone Londi, assessore alle Politiche Giovanili.

Il primo appuntamento è previsto dunque per martedì 6 gennaio alle ore 16.00 presso il circolo Il Progresso di via Rovai. La compagnia NATA di Arezzo propone “I Musicanti di Brema”.

Un asino, un cane, un gatto e un gallo sono i protagonisti di una delle più belle favole di tutti i tempi: “I musicanti di Brema”, dei fratelli Grimm. La compagnia NATA porta in scena una rivisitazione in chiave Rock and roll della storia tradizionale.

Gli altri spettacoli in programma sono

Domenica   11   gennaio    

Compagnia TEATRO LABORATORIO (BR) - “L’Acchiappasogni“

Uno spettacolo per acchiappare i grandi sogni della cultura Pellerossa: una società in cui il rispetto per la madre terra era sacro.


Domenica 18 gennaio
                              

Compagnia TEATROMBRIA (FI ) - “L’Usignolo dell’imperatore”                                             

La ricchezza…. non basta a raggiungere la felicita e a scacciare la morte. Solo il canto dell'usignolo …..il canto della natura, ci può riuscire.

Spettacolo pupazzi oggetti e teatro d’ombre liberamente tratto dalla fiaba classica di Andersen.

Domenica 1 febbraio

Compagnia La BARACCA DI MONZA (MN) - “Oh Issa, Vassilissa….Storia di un’apprendista strega”

Vassilissa, uscita dalla fiaba che porta il suo nome con la sua inseparabile bambola, vuole diventare una strega streghissima.

Da segnalare anche l’appuntamento di domenica 25 gennaio con il laboratorio di costruzione proposto dalla Compagnia Teatrombria dal titolo “La Bottega di Geppetto”.

Il costo di ingresso per il laboratorio è di 5 euro ed è necessaria la prenotazione al numero 347/8504217.



Foto & video