COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Bilancio 2014

Creato Venerdì, 01 Agosto 2014 12:48
Ultima modifica il Giovedì, 07 Agosto 2014 09:58
Pubblicato Venerdì, 01 Agosto 2014 12:48

Il Consiglio Comunale ha approvato con la delibera 54 del 30 luglio 2014 il bilancio preventivo del 2014

Il bilancio 2014 risente di una cospicua riduzione delle risorse, a causa di:

Parallelamente sono incrementate alcune voci di spesa

Tasse imposte: che cosa è previsto e criteri in base ai quali sono state effettuate le scelte:

Reperimento delle risorse

Parallelamente alla manovra finanziaria sono state consolidate alcune buone pratiche volte alla razionalizzazione e al reperimento di nuovi fondi.

RIDUZIONE DELLE SPESE

RECUPERO E PREVENZIONE DELL'EVASIONE

FUNDRAINSG

“L’amministrazione di Montelupo Fiorentino si è contraddistinta in passato per l’elevata capacità di attrarre finanziamenti esterni con attività di ricerca sponsor e fundraising. Un’attività che abbiamo tutta l’intenzione di proseguire e di incrementare”, afferma Masetti.

Solo nel mese di luglio sono stati presentati quattro progetti importanti che se finanziati porteranno risorse cospicue a questa amministrazione per:

IL COMMENTO

«Siamo consapevoli che la nostra è una manovra coraggiosa e che come tale dovrà essere valutata nei suoi effetti: abbiamo deciso di tenere al minimo dal Tasi, senza però prevedere agevolazioni.
Quanto dovuto  potrà essere calcolato semplicemente dai cittadini che avranno anche la possibilità di beneficiare del supporto degli uffici comunali.
In base alle simulazioni effettuate sulla nostra popolazione, infatti,  il numero degli aventi diritto ad agevolazioni sarebbe stato  di molto inferiore al numero di tutti coloro che avrebbero dovuto pagare un importo cospicuo; ottenendo come risultato finale quello di gravare ancora una volta esclusivamente sul ceto medio.
Per quanto riguarda l’altra componente della manovra finanziaria la TARI (ovvero la tassa sui rifiuti) abbiamo concordato un’unica politica tributaria a livello di Unione. In base a quanto stabilito, grazie a risparmi nella gestione operati da Publiambiente, siamo riusciti a prevedere una riduzione del 9% per il domestico, del 2,5% per il non domestico, con una riduzione dell 50% per categorie particolari come ristoranti, bar, fruttivendoli, fiorai…», spiega l’assessore al Bilancio Lorenzo Nesi