COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Un cantiere d'arte rivolto a giovani creativi

Montelupo si trasforma in Officina d'arte per quindici giovani artisti. La domanda può essere presentata entro il 28 marzo

Per il terzo anno consecutivo viene proposto a Montelupo Fiorentino “LO 2.0”, il cantiere di Arte Contemporanea promosso dalla Fondazione Museo Montelupo.

Incentivare lo scambio tra culture e generazioni e far conoscere ai giovani creativi le tante possibilità espressive della materia ceramica: sono questi gli obiettivi principali che il cantiere si pone e che sono stati attuati con successo nelle precedenti edizioni.

Il progetto rientra nell'ambito de “Il Mare tra le Genti”, attività promossa da qualche anno dal comune di Montelupo Fiorentino e volta ad approfondire i rapporti tra i paesi mediterranei ed orientali e l’attività dei ceramisti montelupini. L’iniziativa è sostenuta dalla Regione Toscana nella misura “Toscanaincontemporanea”

L'edizione 2014 vedrà come protagonista l'analisi del dialogo tra Italia e Spagna, paese la cui influenza è stata fondamentale per lo sviluppo stilistico e produttivo della ceramica di Montelupo fin dal tardo Medioevo. La scelta è stata facilitata dall’appartenenza di Montelupo ai circuiti nazionali e internazionali delle Città Italiane della Ceramica (AICC) e Città Spagnole della Ceramica (AeCC).

Come accaduto anche nelle precedenti edizioni, il cantiere di arte contemporanea è affiancato da un’esposizione, la mostra “Est Ovest Est - Materiali, tecniche e artigiani in viaggio”, che documenterà, attraverso il confronto tra modelli spagnoli e montelupini del periodo 1400-1700, la reciproca influenza nelle tecniche decorative della maiolica.

La base storico-archeologica, costituita da prestiti di musei spagnoli, servirà da naturale sfondo per le opere che saranno realizzate nel corso del workshop di ceramica.

Il Cantiere di Arte Contemporanea coinvolgerà quindici giovani artisti e/o studenti delle Università e Accademie d'arte toscane in un percorso teorico e pratico di avvicinamento alla ceramica.

L'attività di affermati artisti che hanno scelto questo materiale come veicolo della propria ricerca fungerà da stimolo alla creatività dei partecipanti e permetterà di riproporre il clima di scambio, collaborazione e insegnamento che da sempre caratterizza l'ambiente delle botteghe. Un dialogo, quello tra arte tradizionale e linguaggio contemporaneo, ma anche tra culture diverse, necessario per salvaguardare e rinnovare le radici artigianali, identità del nostro territorio.

Il workshop sarà preceduto da alcuni incontri seminariali che verteranno sull'evoluzione della ceramica toscana nel tempo, sulla promozione dell'arte e sull'analisi del suo ruolo per l'innovazione delle imprese. Gli interventi, tenuti da studiosi e professionisti del settore, si svolgeranno presso il Museo della Ceramica di Montelupo in forma pubblica ad Aprile 2014.

Il Cantiere prenderà il via ufficialmente Lunedì 5 Maggio, sotto la guida del tutor Eugenio Taccini, affiancato dall'artista partner Marco Bagnoli.

I giovani creativi lavoreranno alla progettazione, all'assemblaggio e alla decorazione di un'installazione permanente avente come tema l'ecologia che sarà esposta nel piazzale antistante il Museo della Ceramica di Montelupo e inaugurata in occasione della Festa della Ceramica.

I partecipanti si dedicheranno poi alla realizzazione dei pezzi che animeranno la mostra “Est Ovest Est - Materiali, tecniche e artigiani in viaggio” da ottobre 2014, di cui cureranno anche il progetto di allestimento in modo da apprendere le tecniche di esposizione e comunicazione con il visitatore.

In occasione della Festa della Ceramica gli ambienti della Fornace Cioni-Alderighi, sede dei lavori, si trasformeranno in un cantiere aperto, per mostrare agli intervenuti l'avanzamento dell'attività degli artisti.

Il percorso prevede anche la documentazione delle esperienze di lavoro dei giovani creativi in uno sketch diary redatto sotto forma di blog.

Il bando del Cantiere è scaricabile dal sito: www.comune.montelupo-fiorentino.fi.it, sezione bandi e www.stradaceramica.it . Per informazioni contattare il numero 0571/51352

La domanda può essere presentata entro venerdì 28 Marzo 2014.

Eugenio Taccini

Ceramista e scultore montelupino internazionalmente riconosciuto e apprezzato, autore di ricercati oggetti ornamentali e di grandi pannelli per istituzioni pubbliche ed altre prestigiose sedi. La scelta del maestro come direttore artistico del cantiere è legata, oltre al successo del suo lavoro, alla particolarità con la quale egli si rifà, attualizzandoli, ai contenuti culturali del territorio, interpretando la tradizione in chiave moderna. A questo proposito è possibile ricordare la sua rappresentazione degli Arlecchini, per cui si è basato sui decori della maiolica di Montelupo, a loro volta ispirati direttamente alla produzione spagnola.

Marco Bagnoli

Significativo esponente delle tendenze artistiche che si sono imposte in Italia alla fine degli anni Settanta, il suo lavoro si articola in complesse installazioni che coinvolgono l'ambiente con il concorso di molteplici mezzi espressivi (disegno, pittura, stampa, scultura). Numerose personali gli sono state dedicate da istituzioni italiane ed estere, a cui si aggiungono le sue partecipazioni a Documenta di Kassel (1982) e alla Biennale di Venezia (1986 e 1997).

Consulta il bando



Foto & video