COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Dal 2009 al 2013 quasi 300.000 euro per promuovere il settore ceramico

logo

Nel 2012 incremento delle presenze turistiche a Montelupo Fiorentino: dalle 29331 presenze del 2011 siamo passate a 35101 nel 2012.

 

 

«La crisi incide pesantemente sull’economia di un territorio e ancor più su un settore particolare come quello della ceramica. Negli anni il comune di Montelupo ha promosso diverse attività a sostegno delle aziende  e devo dire che in alcuni casi abbiamo incontrato l’appoggio di pochi ceramisti; certamente sarebbe auspicabile una maggiore condivisione di intenti», afferma l’assessore alla cultura Marzio Cresci.

Negli anni il comune di Montelupo Fiorentino, pur dovendo fronteggiare tagli e ristrettezze economiche, ha promosso svariati progetti a sostegno della ceramica; molti dei quali nell’ambito delle Strade della ceramica.

L’associazione ad oggi conta dodici aziende, nonostante a più riprese tutti i ceramisti del territorio siano stati invitati a farne parte. Lo spirito è quello di creare una rete in cui ciascuno si impegna attivamente.

Ecco un breve riepilogo di quanto è stato fatto negli ultimi anni.

1.    Segnaletica identificativa della Strada della ceramica, con i riferimenti di ciascuna azienda e luoghi della strada, come Museo della ceramica e scuola.
2.    Materiale cartaceo descrittivo per la strada della ceramica con studio del logo e dell’immagine coordinata.
3.    Sito www.stradaceramica.it, con una sezione dedicata a ciascuna azienda aderente; è stato previsto che tale sezione potesse essere aggiornata direttamente dai ceramisti ed è stata organizzata una formazione apposita.
4.    Servizi fotografici alle manifatture, al museo, alla scuola della ceramica e al territorio, campagna video virali e documentari dedicati alla ceramica tradizionale, alla ceramica contemporanea, al museo della ceramica, alla scuola della ceramica, alla strada della ceramica, agli eventi culturali e promozionali.
Sono stati creati alcuni cortometraggi a carattere promozionale  presentati in diverse occasioni, in Italia e all’estero e caricati successivamente su YouTube.
5.    Video promozionali per ciascuna azienda aderente alla strada.
6.    Breve corso di formazione nell’utilizzo dei nuovi media a fini promozionali,  indirizzato in primo luogo ai ceramisti (solamente in due hanno partecipato) e a giovani che eventualmente potevano supportarli.
7.    Campagna web a sostegno della strada della ceramica e delle aziende aderenti.
8.    Creazione di un profilo Facebook dedicato alla strada che conta oltre 1100 followers, un risultato di tutto rilievo se paragonato alla situazione di altre realtà simili.
9.    Acquisto spazi pubblicitari per campagna promozionale città della ceramica Montelupo Fiorentino, mostre temporanee e Festa della ceramica.
10.    Realizzazione dello showroom dei produttori della Strada della Ceramica di Montelupo Fiorentino nella Hall del museo della Ceramica, allestimenti,realizzazione apparati di comunicazione per ciascuna azienda con QR code e illuminotecnica
11.    Centro di documentazione e informazione della ceramica con biblioteca specializzata al Museo e convenzione con l’Università di Firenze per l’apertura dello sportello per il supporto all’elaborazione digitale dei prototipi aziendali.
12.    Promozione di scambi fra le aziende ceramiche locali e i paesi gemellati, in occasione di fiere e manifestazioni: Beaucaire, Moustiers Sainte Marie e Nove.
13.    Presentazione di Montelupo e della sua ceramica nello spazio della Polveriera della Fortezza da Basso in occasione della Mostra dell’Artigianato 2010. L’allestimento realizzato in questa occasione è stato poi utilizzato per numerose mostre temporanee della Strada in occasione di eventi in altri comuni (Lastra a Signa, Montespertoli, Borgo San Lorenzo, Manciano, Montemerano….)
14.    Predisposizione di uno stand apposito dedicato alla strada della ceramica durante la Festa della ceramica e realizzazione segnaletica e allestimenti per gli artigiani
15.    Fabbriche Aperte: organizzazione di  un tour quotidiano nelle aziende ceramiche di Montelupo durante la Festa della ceramica (ed. 2010-2011-2012-2013) che prevedeva una visita guidata al Museo

Un aspetto importante relativo alla promozione riguarda anche il fatto che buona parte delle attività sono state portate avanti grazie ad una capillare azione di fundraising, come si evince dai dati economici riferiti al periodo 2009-2013.
Il totale risorse investite sono 296.648,43 euro di cui: 109.292,19 euro (36.14%) a carico del comune di Montelupo, 183.738 euro (61,94%) risorse a bando della Regione Toscana, 7961,44 euro (2,68%) a carico della camera di Commercio e 695 euro (0.23%) a carico delle aziende

Oltre alle iniziative specifiche attuate nell’ambito della Strada della Ceramica sono numerose le attività volte a promuovere l’immagine della città oltre i confini…..

Fra questi vale la pena ricordare gli incontri fra gli operatori e le categorie economiche con Promofirenze e Toscana Promozione al fine di valutare possibilità promozionali aggregate su paesi esteri e supporto per la partecipazione a mostre ed esposizioni in Italia (Macef e Abitare il Tempo a Verona)

I Cantieri di arte contemporanea (2012 e 2013) rivolti sia agli aderenti alla Strada della Ceramica sia a giovani artisti hanno da un lato portato a Montelupo Fiorentino importanti nomi del settore (Nino Caruso e Alfredo Gioventù per citarne alcuni) dall’altro fatto conoscere Montelupo a soggetti nuovi…..

L’esposizione “La Luce del Mondo”, tenutasi a San Miniato in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato ha portato le ceramiche di Montelupo in un luogo di prestigio visitato da numerosi turisti.
Alcune aziende del territorio sono state coinvolte nella realizzazione di gadget pregiati che hanno riscontrato il gradimento del pubblico. Il 25% dei visitatori della Mostra di San Miniato è giunta a Montelupo per visitare il Museo della ceramica con il couopon della mostra.

In occasione della mostra la città di Montelupo e il Museo della ceramica sono stati presenti da Febbraio a Maggio 2013 sulle testate locali e nazionali con 54 uscite cartacee e 28 uscite on line.

Precedentemente è stata organizzata  a Montelupo Fiorentino, nell’ambito del progetto “il Mare tra le Genti” l’esposizione “Verso Oriente e ritorno” che ha richiamato visitatori da tutta Italia; un aspetto che ha inciso positivamente anche sulla ricettività del territorio. Durante la mostra il numero dei pernottamenti dei turisti italiani è cresciuto di 6375 unità.

I dati sugli ingressi al  Museo della ceramica evidenziano un incremento (luglio – settembre 2012) di 479 visitatori in più rispetto al 2011; il 34% dei visitatori della Mostra ha visitato anche il Museo della Ceramica. Si può riferire questa buona performance al fatto che la mostra ha avuto una funzione di traino.

Risultati che sono verosimilmente collegati all’esposizione mediatica di Montelupo in occasione dell’Esposizione: da giugno a dicembre 2012 si è registrata una presenza quasi giornaliera sulle principali testate per 95 uscite cartacee e 50 su stampa on line.

Negli anni sono state promosse, inoltre, visite guidate che abbinavano la visita al Museo della Ceramica con il tour in alcuni importanti centri toscani collegato alla ceramica di Montelupo: la Farmacia di Santa Maria Novella, la Sala della Stufa di Palazzo Pitti, il Ninfeo di Careggi, il Museo Stibbert a Firenze o il Museo di San Marco a Pisa.

Tutte azioni che si ritiene possano aver avuto una ripercussione positiva anche sul turismo. Infatti, i dati dell’Osservatorio provinciale relativi al 2012 offrono un quadro decisamente interessante:  in termini di aumento percentuale di arrivi e presenze Montelupo ha  un performance di buon livello: dalle 29331 presenze del 2011 siamo passate a 35101 nel 2012. L'ultimo "picco" risale al  2006 con 33.000 presenze.

«I dati dimostrano che questa amministrazione negli anni ha sostenuto il settore ceramico ed ha creduto che potesse essere un motore per la nostra economia. È vero però che un comune non può sostituirsi alle aziende  in caso di difficoltà economiche; abbiamo cercato di  mettere a loro disposizione alcuni strumenti. Per resistere alla crisi economica è riuscire a innovare e cogliere le opportunità. Credo che siano ben poche i comuni di dimensioni analoghe a Montelupo che hanno scelto di investire importanti risorse in un settore artigianale come è per noi la ceramica», afferma il sindaco di Montelupo Fiorentino Rossana Mori.



Foto & video