COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Nelle scuole di Montelupo un’attenzione particolare alla sana alimentazione

Iniziato in questi giorni il progetto “Colazione a scuola” rivolto agli alunni delle classi prime e seconde


I ritmi di vita influiscono più di quanto si pensi sulle abitudini alimentari di adulti e bambini. Il risultato è che sempre più famiglie stanno perdendo l’abitudine a fare la prima colazione.
La scuola, come luogo di formazione, ha anche il compito di educare i più piccoli a mangiare correttamente.

Da anni è attivo il progetto “Colazione a scuola”, promosso dalla scuola, assieme alla Asl 11 e  al Comune di Montelupo, finalizzato ad abituare le nuove generazioni a buone abitudini alimentari.
Il progetto interessa gli alunni della nuova scuola di Montelupo, quindi le classi prime e seconde, ogni giorno coinvolge dagli 80 ai 100 bambini; il servizio è offerto il martedì, il giovedì e il venerdì.

I bambini arrivano nello spazio mensa introno alle 9.15 e portano con sé una tovaglietta “speciale” che hanno disegnato e che le maestre hanno plastificato, apparecchiano e si preparano per la colazione.
Il menù è quello della prima colazione italiana classica, e varia di giorno in giorno: ci sono latte, succhi di frutta, fette biscottate con miele o marmellata, torta o biscotti e frutta.
L’obiettivo è quello di far abituare i più piccoli e le famiglie ad un sano regime alimentare che privilegi i tre pasti principali a spuntini e merende.


L’attenzione alla qualità dell’alimentazione è ritenuto un aspetto importante del processo educativo e più in generale dei servizi per l’infanzia. Non è un caso che il comune di Montelupo Fiorentino abbia investito negli anni per offrire un servizio mensa di qualità privilegiando, prodotti biologici e di filiera corta. Sono in corso le trattative per l’acquisto di frutta e verdura dalla Cooperativa di Legnaia, la pasta viene prodotta da un’azienda toscana con grano biologico, il fornitore della carne è un allevatore di Montespertoli, l’olio è prodotto dalla fattoria di San Vito di Montelupo e a Montelupo viene acquistata anche la pasta fresca.  

«Il progetto “colazione a scuola” è un’occasione educativa importante. Non si tratta di imporre alle famiglie tempi fuori dal tempo, ma sicuramente di recuperare il ruolo della tavola come luogo d’incontro e momento strappato ai ritmi frenetici di vita.
Una sana alimentazione è un aspetto centrale nello sviluppo psicofisico di un bambino. I nostri professionisti della Asl, oltre a dettare le linee alimentari attraverso la predisposizione dei menù, monitora attentamente i dati che parlano di un incremento dei disordini alimentari negli adolescenti. Progetti come quelli che portiamo avanti da anni in collaborazione con la nostra Asl prevengono fenomeni di questo tipo e contribuiscono a sviluppare un rapporto sano con il cibo.  In questa logica rientra anche la scelta di usare nella nostra mensa materie prime di qualità», afferma l’assessore all’istruzione Luca Rovai.

Una piccola novità in merito al servizio mensa arriva anche dalle nuove tecnologie: a partire da questa settimana tutti i giorni sarà pubblicato sul profilo facebook del comune il menù proposto a pranzo per gli alunni delle scuole di Montelupo.



Foto & video