COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

BILANCIO 2021 Le previsioni per l'anno in corso

banner monteloop per sito Pronti a recensire? Scoprite come

Approvato il bilancio 2021

Il comune di Montelupo investe in risorse umane. Nessun incremento di tasse o tariffe

Cauto: è questa la parola che meglio riassume il bilancio 2021 approvato dal comune di Montelupo Fiorentino.

Si investe in risorse umane, si consolidano gli investimenti a favore di infanzia e famiglie, non è previsto alcun aumento impositivo per i cittadini. Si guarda alle grandi opere, ma anche ai piccoli interventi di manutenzione. Si inaugura un approccio diverso per quanto riguarda la gestione degli eventi e si pensa al Fund Raising strutturato come strumento per realizzare intereventi culturali di ampio respiro.

Questi i cardini che hanno guidato la stesura del Bilancio 2021, un anno che presenta ancora molte incertezze sia legate alla pandemia che alla situazione politica.

Complessivamente si parla di circa poco più di 12 milioni di spesa corrente e circa 4,3 milioni di investimenti.

«Redigere il bilancio 2021 è stato complesso. In primo luogo a causa dell'incertezza determinata dall'emergenza sanitaria; in seconda battuta perché siamo consapevoli di dover intervenire a sostegno delle famiglie e del settore produttivo che potremo valutare solo dopo aver chiuso i conti del 2020 e definito l’effettiva misura del “fondone” le risorse che lo stato ha trasferito l’anno appena trascorso per ristorare i Comuni dalle conseguenze della pandemia.

Abbiamo scelto di investire in personale e innovazione tecnologica perché crediamo che sia la giusta strada per dare risposte puntuali ai cittadini e sviluppare nuove progettualità. Gli investimenti sono indirizzati verso grandi opere anche strategiche come la diga del lago di Sammontana o il cinema Risorti che potrà portare nuovo dinamismo al nostro centro. Soprattutto siamo stati accorti nel non aumentare la pressione fiscale a carico dei cittadini e nel garantire gli stessi standard qualitativi dei servizi.

In fase di predisposizione del bilancio abbiamo presentato la nostra manovra anche alle parti sociali; abbiamo trovato interlocutori attenti che hanno portato le istanze delle categorie che rappresentano e hanno assicurato il loro appoggio nei prossimi mesi per la realizzazione di quello che abbiamo previsto», afferma l'assessore al bilancio Simone Londi.

Vediamo nel dettaglio alcuni aspetti importanti che caratterizzano il bilancio 2021.

  • Non aumenta la pressione fiscale a carico dei cittadini
    Le tariffe dei servizi a domanda individuale ele aliquote IMU rimangono invariate. Nessun incremento, ma diversa gestione per quanto riguarda l’imposta comunale sulla pubblicità, i diritti delle pubbliche affissioni e l’occupazione del suolo pubblico che entrano a far parte in base a quanto previsto da una legge dello Stato del “Canone Unico Patrimoniale”.
    Unico caso particolare per Montelupo è la gestione dei passi carrabili. Dal 2000, infatti era stato azzerato il pagamento del canone. Con l’intrpduzione del Canone patrimoniale unico questo non è più possibile. Ai cittadini che al momento ne dispongono uno, sarà inviata una comunicazione con l’importo e le modalità per pagare e potranno scegliere se mantenerlo o rinunciarvi.

  • Rimane costante l’investimento a favore di infanzia e famiglie.
    A titolo esemplificativo la spesa complessiva per i servizi relativi all’istruzione e l’asilo nido è di 2.300.000 e il Comune sostiene circa il 60% di questo costo.

  • Si investe in risorse umane e in innovazione
    Il comune di Montelupo è interessato da un vero e proprio cambiamento generazionale del suo personale. Nel biennio 2020 – 2021 si assiste a un’inversione di tendenza con l’assunzione di nuovi dipendenti, tutti under 40. Dal 2020 ad oggi sono state assunte 9 persone ed è prevista l'assunzione di altri 3 dipendenti entro la fine del 2021. La maggior parte vanno a sostituire personale andato in pensione, ma tre di queste sono risorse aggiuntive. Ciò implica un incremento della spesa di personale di circa 100.000 euro. Dal 2004 ad oggi il numero dei dipendenti è andato progressivamente diminuendo, fino ad arrivare ad una soglia critica.
    Parimenti l’amministrazione investe in innovazione e servizi per i cittadini, circa 8000 euro saranno destinati alla realizzazione del nuovo sito in base alle indicazioni fornite dall’Agenzia Digitale per l’Italia e con l’implementazione di SPID e PAGOPA. Ciò consentirà ai cittadini di svolgere molte pratiche da casa in autonomia. Previsto anche un investimento per ripensare la gestione del programma delle segnalazioni e dei reclami.
    L'obiettivo è quello di rendere ancora più efficiente la macchina comunale al fine di dare risposte concrete e puntuali ai cittadini e sviluppare nuove progettualità.


  • Diversa gestione degli eventi e delle manifestazioni
    Il 2020 ha segnato una brusca frenata per quanto riguarda gli eventi e le manifestazioni, nonostante ciò per due mesi il parco dell’Ambrogiana è stato animato dalla manifestazione FOOL PARK.
    Per il 2021 vengono ridotte le risorse destinate a questo settore, sia nel timore che la situazione sanitaria comunque limiti la possibilità di organizzarli, sia nella consapevolezza che è necessario un cambio di passo. Ripensare il modo in cui sono organizzati, razionalizzare il numero e puntare sulla qualità; puntare sulla ricerca di risorse esterne.

  • Attività di Fund Rising
    In parte tale taglio di risorse a favore degli eventi viene compensato da una capillare attività di ricerca fondi che negli ultimi 12 mesi ha portato risorse importanti al comune. Per citare un esempio, il recupero della ex Fornace Cioni è stato sostenuto con le risorse arrivate grazie al bando SPAZI ATTIVI della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.
    La realizzazione dei video per le aziende della ceramica e per i laboratori didattici promossi dal Museo è stata sostenuta grazie ad un bando della Regione Toscana.
    Nel 2021 arriveranno da bandi pubblici le risorse per la realizzazione del percorso partecipato dedicato a ripensare la funzione del nuovo MMAB e per la realizzazione di un’opera dell’artista Marco Bagnoli. Ed è da poco stato presentato ad Anci un progetto dedicato alle politiche giovanili.

  • Investimenti e opere pubbliche
    Molte opere che erano in cantiere per il 2020 sono slittate e quindi questo 2021 sarà caratterizzato dal completamento o dall'inizio dei lavori per interventi già previsti.
    In primo luogo la
    riqualificazione dell'ex cinema Risorti per cui è pronto il progetto di recupero e lo stanziamento delle relative risorse.
    Si interverrà anche per la riqualificazione della
    viabilità della parte alta del Castello.Sono previsti in bilancio 2 milioni di euro per la sistemazione del lago di Sammontana, arrivati come trasferimento del Ministero dei Trasporti.
    Infine, è concreta la possibilità che proprio in questo 2021 possa partire il cantiere per la realizzazione del
    ponte di collegamento fra Fibbiana e Limite, per cui Montelupo, così come tutti gli altri comuni interessati si è impegnato a contribuire con un investimento di 600.000 euro.
    Oltre 100.000 euro in bilancio sono destinati alla
    manutenzione delle strade e alla loro asfaltatura, in base ad un piano che tiene conto della situazione del manto e alla quantità di traffico supportato.

  • Ristori conseguenti alla situazione sanitaria e alle chiusure
    Nel 2020 lo Stato ha trasferito al Comune circa 900.000 euro da utilizzare per i ristori alla popolazione. Grazie a queste risorse sono stati distribuiti i buoni spesa, è stato sospeso il pagamento sul suolo pubblico sia per i locali che per i mercati, è stato possibile intervenire sul pagamento della TARI.
    Ad oggi il bilancio non prevede tali misure, che saranno integrate nel momento si definiranno eventuali avanzi dal trasferimento 2020 o saranno disposti ulteriori trasferimenti statali.

«Quello che stiamo attraversano è un periodo di incertezza, ma anche di opportunità per il nostro territorio. Abbiamo l'occasione di ripensare le linee strategiche di dare a Montelupo una nuova caratterizzazione. Sicuramente valorizzando la ceramica, potenziando l'attenzione verso una progettazione green e una maggiore tutela delle risorse, in primis con lo strumento del Contratto di Fiume Pesa.

Dovrebbero partire i lavori per la realizzazione del nuovo ponte di Fibbiana con le positive ricadute che ciò avrà per il settore produttivo e poi guardiamo con fiducia al progetto più ambizioso che coinvolge la nostra città, il recupero della villa dell'Ambrogiana che è già considerato il cuore degli "Uffizi diffusi".

Abbiamo una forte criticità che negli anni abbiamo affrontato in più modi: la rivitalizzazione del nostro centro cittadino, per cui abbiamo stanziato alcune risorse a sostegno di iniziative di animazione, ma su cui dovremo intervenire ulteriormente in maniera strutturale», afferma il sindaco Paolo Masetti.



Foto & video