COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

BANNER m 262x2574Suolo pubblico gratuito: ecco come gli esercizi che fanno ristorazione possono fare domanda

BANNER ok mettiamo in comune 262x257 Tutte le informazioni utili

Nidi privati: 6700 euro dal Comune a sostegno dei servizi

L'obiettivo primario è quello di contribuire a sgravare le famiglie dal pagamento della retta. 

Il Comune di Montelupo interviene a sostegno delle famiglie i cui figli frequentano i 3 nidi privati accreditati presenti sul territorio con oltre 2000 euro per ciascuna struttura.

Il 30 marzo scorso la Regione Toscana ha deliberato la possibilità di rivedere i progetti già inviati sul Piano di Azione Nazionale pluriennale per la promozione del sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione 0-6 anni.

Il comune di Montelupo ha deciso di farlo andando a sostenere con tali risorse le spese di gestione dei servizi 0-3 comunali e privati accreditati del territorio. Sono stati stanziati al momento 6700 euro.

Per farlo era necessario avere contezza delle spese che proprietari si trovano a dover sostenere anche in questo periodo di inattività ed è per questo che nel primo pomeriggio di venerdì 3 aprile l'ufficio scuola ha inviato una richiesta ai nidi accreditati presenti sul territorio.

Poco dopo la stessa richiesta è stata pubblicata anche sulla pagina Facebook del comune di

Montelupo, per informare la cittadinanza sulle azioni che il comune stava intraprendendo.

Tra venerdì e ieri pomeriggio sono arrivati i dati dei vari nidi privati.

L'ufficio scuola ha quindi elaborato i dati e a breve gli importi stabiliti saranno trasferiti ai nidi privati.

Le risorse saranno suddivise in base ai bambini iscritti in ciascuna strutturano: 2.300€ a Fate e Folletti, 2.300€ all’Allegra Brigata, e 2.100€ all’Angolo Azzurro.

«Quello che ci preme è che le risorse vengano concesse in maniera trasparente ed equa.

Il comune ha l'obiettivo di sostenere le famiglie in difficoltà e ci adoperiamo perché ciò avvenga.

Lo abbiamo fatto celermente a seguito della delibera regionale.

In un momento come questo è indispensabile la volontà di dialogare e la disponibilità a mettersi in gioco da parte di tutti.

Spero che le famiglie comprendano lo sforzo che stiamo facendo», conclude Londi.



Foto & video