COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

ghostwriters banner sito Partecipa anche tu!

BANNER mettiamo in comune 262x257 Tutte le informazioni utili

24 persone denunciate e 15 in attesa di verifica: è questo l'attuale risultato dei controlli effettuati dalla Polizia Municipale

Previsto un ulteriore inasprimento per individuare tutti coloro che non rispettano le restrizioni imposte dal Governo

Sono 4000 le attività commerciali controllate e oltre 1300 i controlli fatti sulla popolazione per verificare il rispetto delle limitazioni imposte dal recente DPCM riguardante le misure di contenimento per il contrasto al diffondersi del virus Covid-19.

Le persone che sono state deferite all'autorità giudiziaria perché fuori di casa senza una reale motivazione sono 24 e altri 15 sono i casi in corso di accertamento.

Tanto per fare alcuni esempi sono state fermate persone all'esterno impegnate a lavare l'auto o altri semplicemente a passeggio.

È fondamentale uscire esclusivamente per motivi di reale necessità e si ricorda che sono vietati tutti gli assembramenti.

In questi giorni i controlli saranno intensificati anche con posti di blocco, verifiche sulle vetture.

Gli agenti, inoltre, hanno avviato il presidio del territorio in borghese, soprattutto nei parchi e nelle aree a verde al fine di individuare e sanzionare coloro che nonostante i divieti si muovono in gruppo.

Per verifiche e controlli in alcuni comuni dell'Unione in ausilio alla municipale è scesa in campo anche l'Associazione Nazionale Carabinieri in congedo.

«Mentre i cittadini dimostrano di essere molto indisciplinati e di fare fatica a rispettare le regole, le attività commerciali stanno dimostrando un grande senso di responsabilità; tutte quelle su cui abbiamo effettuato i controlli agivano in conformità con quanto previsto dal DPCM.
I cittadini sembrano, invece, non aver compreso la gravità della situazione. Per questa ragione stiamo mettendo in campo tutte le nostre risorse per effettuare i controlli e denunciare i trasgressori», afferma Massimo Luschi, comandante della Polizia Municipale dell'Empolese - Valdelsa.

Concorda con lui Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino e delegato alla Polizia Municipale dell'Unione «Mi riesce difficile capire cosa ci sia di non chiaro nelle parole: stare a casa. Purtroppo le persone mancano di senso civico e di responsabilità e l'unico modo per disincentivare coloro che escono senza motivo è quello di fare controlli e denunce.
Questi sono giorni cruciali per capire come si diffonderà il virus e quale sarà la sua evoluzione, il sistema sanitario è al limite e non possiamo pensare che tanti sforzi vengano vanificati. Ringrazio le forze dell'ordine per lo sforzo che stanno facendo».

 



Foto & video