COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

deportatiScopri tutte le iniziative

banne sito declinazioni femminili 14 marzo | DONNE GUERRIERE. Spettacolo con Ginevra di Marco e Gaia Nanni

Nuovo distributore dell'acqua al MMAB

Un piccolo gesto a favore dell'ambiente.

Un nuovo servizio per tutti coloro che frequentano il MMAB: è in funzione il fontanello che distribuisce acqua naturale, fredda e ambiente, ed acqua frizzante.

Posizionato vicino al MMAB Caffè, offre numerosi benefici per tutti coloro che frequentano la struttura: convenienza economica e minore impatto sull'ambiente.

Il distributore d'acqua, se usato con bottiglie riutilizzabili, permette di risparmiare tonnelate di plastica.

Tale scelta comporta, oltre all'abbattimento di plastica prodotta, una significativa riduzione delle emissioni di CO2 nell'aria, che possono scendere del 72%, contribuendo a migliorare significativamente la qualità dell'aria, e di conseguenza la nostra salute.

Si tratta di un piccolo ma sostanziale segnale che l'amministrazione comunale vuole lanciare in un'ottica di sostenibilità ambientale che segue in ordine di tempo altre scelte importanti: la collocazione di distributori nel palazzo comunale e nelle scuole del territorio (nell'ambito del progetto "Acqua Buona") e la decisione di mettere in due luoghi strategici del territorio altrettanti fontannelli per l'erogazione dell'acqua: in piazza dell'Unione Europea e in piazza don Morara a Fibbiana.

Alcuni dati possono rendere l'idea della ricaduta positiva di interventi di questo tipo: fra il 2014 e il 2019 sono stati erogati 8.688.802 litri d'acqua e risparmiate 302 tonnellate di plastica.

«La collocazione di un erogatore al MMAB è un'azione semplice che viene incontro alle richieste dei tanti giovani che frequentano così intensamente la nostra biblioteca.

L'obiettivo è, più che ridurre l'uso della plastica il cui riciclo avanzato rientra negli obiettivi di economia circolare UE, il generale contrasto al cambiamento climatico, attraverso piccoli ma diffusi gesti quotidiani.», afferma Lorenzo Nesi, assessore all'ambiente.



Foto & video