COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

BANNER m 262x2574Suolo pubblico gratuito: ecco come gli esercizi che fanno ristorazione possono fare domanda

banner sito Scopri tutti i dettagli

Mettiamo “GAME OVER” l’evasione

Con il 2019 giunge a conclusione il progetto finanziato dalla Regione Toscana, di cui il comune di Montelupo Fiorentino è capo fila

La Regione Toscana ha finanziato con 150.000 euro il progetto “GAME OVER – Stop all'evasione.”, con la partecipazione di tutti gli 11 Comuni dell’Empolese Valdelsa e di cui il Comune di Montelupo Fiorentino è capofila.

In base ad una ricerca diffusa a fine marzo 2019 per ogni euro riscosso dal fisco italiano, si perdono circa 23 centesimi in evasione fiscale.

L’evasione fiscale in Italia è un fenomeno che ha propensioni importanti e che incide in maniera pesante sui bilancio dello Stato e a cascata su quello degli enti locali e dei cittadini.

Un problema che nel nostro paese è sia di carattere strutturale che culturale. Da qui la necessità di intervenire su più fronti.

Nell'ottica di ripensare il ruolo svolto dal comune nel contrasto all'evasione fiscale, il progetto “GAME OVER” ha come obiettivo il miglioramento del rapporto di fiducia tra il comune e il cittadino, finalizzato al pagamento spontaneo degli adempimenti tributari che la normativa impone.

Il progetto ha previsto sia azioni concrete di sensibilizzazione della popolazione sia l’introduzione di sistemi automatizzati di il controllo delle banche dati, in particolare delle posizioni TARI.

Le azioni di sensibilizzazione si sono svolte nel corso dell’anno e sono state rivolte in prevalenza ai ragazzi delle scuole. Ha riscosso un particolare interesse lo spettacolo teatrale proposto dalla compagnia Pupi e Fresedde e l’evento sportivo tenutosi a Montelupo Fiorentino e che ha visto il coinvolgimento di 150 ragazzi.

Una delle azioni principali del progetto è sicuramente l'acquisizione di strumenti informatici in grado di mettere in relazione le diverse banche dati (Anagrafe, Agenzia delle Entrate, Catasto, ecc.), con l'obiettivo di evidenziare delle casistiche standard di difformità nella posizione tributaria, in modo da intervenire sistematicamente per il recupero dell'evasione in maniera bonaria.

Già dalla prossima bolletta Alia sperimenterà il nuovo programma a Montelupo Fiorentino in quanto ente capofila e successivamente lo estenderà a tutti gli altri comuni coinvolti.

In pratica grazie all’incrocio delle banche dati è possibile verificare la situazione degli utenti per la corretta intestazione delle bollette, così da consentire il regolare pagamento e individuare coloro che non hanno mai pagato.

Il progetto GAME OVER è forse l’azione più visibile fra le tante che quotidianamente sono attuate al fine di ridurre l’evasione fiscale.

«Sussiste una stretta correlazione tra il pagamento dei tributi e i servizi erogati. Le risorse introitate sono sempre reinvestite a favore della cittadinanza.Troppo spesso i cittadini lamentano carenze e non considerano che i comuni nel momento in cui disegnano il bilancio realizzano una vera e propria opera di equilibrismo nel tentativo di mantenere alta la qualità dei servizi con sempre meno risorse.
Aumenta il numero delle famiglie con difficoltà economica, per cui è indispensabile assicurare sgravi ed agevolazioni; tuttavia chi ne ha le possibilità deve pagare. È una forma di equità sociale.Per questa ragione è forte il nostro impegno per contrastare l’evasione sia attraverso un’attività di sensibilizzazione, sia attraverso l’adozione di strumenti che permettono di individuare coloro che non pagano quanto dovuto. Un impegno possibile grazie al grande lavoro svolto dal personale del nostro ufficio tributi»,
afferma il sindaco Paolo Masetti.



Foto & video