COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

deportatiScopri tutte le iniziative

banne sito declinazioni femminili 14 marzo | DONNE GUERRIERE. Spettacolo con Ginevra di Marco e Gaia Nanni

LO SCRITTORE SACHA NASPINI A MONTELUPO PER UN DOPPIO APPUNTAMENTO

Domenica 15 dicembre il MMAB di piazza Vittorio Veneto ospita un doppio appuntamento letterario con un autore di grande rilievo nel panorama narrativo italiano. Alle 14.30 un laboratorio sulle tecniche narrative e alle 18.00 la presentazione del romanzo Ossigeno.

Protagonista indiscusso sarà Sacha Naspini, salito al successo grazie al connubio con le edizioni E/O, cui va riconosciuto il merito di non essersi assestata sui successi planetari di Elena Ferrante, ma di aver continuato a cercare nuovi talenti all’interno del panorama narrativo italiano.

Proprio con la E/O nel 2018 Naspini dà alle stampe Le Case del malcontento, romanzo corale e verace, che si sviluppa a cerchi concentrici intorno alla storia di un piccolo e arroccato borgo della Maremma toscana. Dentro ci sono microstorie incatenate tra loro che trascinano il lettore dentro le crudeltà del genere umano, ma ci sono anche le peculiarità che contraddistinguono la Toscana autentica, quella che emerge dietro le immagini cartolina conosciute in tutto il mondo. I diritti sono stati acquistati dalla casa di produzione Jean Vigo Italia per trasformare Le Case in una serie televisiva che si chiamerà Grudgeville. Sempre con la E/O, Naspini uscirà a febbraio 2020 con la nuova edizione del romanzo definito dagli appassionati della sua produzione come il suo capolavoro: I cariolanti, uscito la prima volta per la Elliot edizioni nel 2009. Un romanzo di ambientazione storica, che si svolge dalla Prima Guerra Mondiale al secondo dopoguerra, e che obbliga il lettore a guardare in faccia gli aspetti bestiali che la fame e le violenze riescono a far emergere negli esseri umani.

Naspini scrive per La Repubblica, e finora ha dato alle stampe quattordici romanzi, con numerosi riconoscimenti e premi. I suoi libri sono tradotti in America, Canada, Inghilterra, Francia, Corea del Sud, Grecia, Turchia. Collabora come editor, concept e art director con varie realtà editoriali.

A Montelupo alle ore 18.00 l’autore maremmano presenterà il suo ultimo romanzo, uscito a settembre 2019: Ossigeno. Con la sua abituale maestria e con un plurimo punto di vista fuori dall’ordinario, riesce a descrivere un sequestro durato quattordici anni, senza parlare di indagini. Il libro infatti inizia dove normalmente un romanzo del genere finisce: l’arresto del colpevole. Il lettore si trova di fronte ai personaggi che hanno ruotato intorno alla figura del “mostro”: il figlio, la vittima, la madre della vittima, l’amica della vittima. L’occhio spietato di Naspini riesce a indagare le relazioni fino a coglierne le più recondite sfumature, senza pietà né pietismo per vittime e carnefici, anzi destrutturando i ruoli dei personaggi fino a renderli semplicemente, cinicamente, umani. Ingresso libero.

La presentazione del libro sarà preceduta da un laboratorio letterario tenuto dallo stesso scrittore sul tema “Sotto traccia: la scrittura nascosta”. Dalle 14.30 alle 17.30 Naspini ci farà entrare dentro i meccanismi delle tecniche narrative più raffinate, spaziando negli esempi più prestigiosi della letteratura mondiale. Il laboratorio è gratuito ma la prenotazione è obbligatoria al numero 0571-917552 oppure alla mail biblioteca@comune.montelupo-fiorentino.fi.it



Foto & video