COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

banner sito domenica dei piccoli 2020Scopri il programma

banne sito declinazioni femminili 20 febbraio | Incontro: "Che genere di dipendenza?"

Sport & scuola: grazie alla collaborazione con le associazioni sportive, il comune e l’istituto comprensivo riparte il progetto che permette ai ragazzi di sperimentare differenti discipline

Nove associazioni del territorio hanno risposto positivamente all’appello dell’amministrazione comunale permettendo di realizzare il progetto per il sesto anno consecutivo

Riparte oggi a Montelupo Fiorentino il progetto “Sport & Scuola”, giunto alla sesta edizione.  Per quanto riguarda gli alunni della scuola primaria, sono le insegnanti che dedicano alcune ore a fare attività motoria.

Il progetto realizzato dall’amministrazione comunale permette di integrare quanto fatto dalle insegnanti con le proposte delle associazioni sportive del territorio.

 

L’amministrazione ha cercato di coinvolgere le diverse realtà e sono 9 quelle che hanno risposto in modo positivo:

Acsi - atletica Montelupo

Montelupo United (calcio)

Enars Dans, Miosotys e Move per la danza

ASD Luciana di Ciolo per la scherma

Rugby Montelupo

Sporting Montelupo (ginnastica)

Asp Montelupo per la ginnastica artistica e la pallavolo

In base ad un’indagine fatta dall’Istat e relativa al 2017 l’età media di inizio della pratica sportiva è diminuita, lo sport è oggi un’attività meno strutturata rispetto al passato. Tra i giovani di 10-24 anni le cause dell’interruzione dell’attività sportiva sono prevalentemente la mancanza di tempo o motivi di studio.

Parallelamente una ricerca condotta dalla Deakin University di Melbourne ha evidenziato che l'attività fisica durante l'infanzia e l'adolescenza può ridurre il rischio di malattie come demenza e morbo di Parkinson nelle fasi successive dell'esistenza

Fare sport in giovane età vuol dire investire sul proprio futuro; è anche alla luce di queste considerazioni che l’amministrazione comunale si è fatta promotrice e ha sostenuto il progetto, coordinato, per quanto riguarda l’istituto comprensivo dalla professoressa Rita Pasqualetti.

«Le ricerche mettono in luce aspetti di per sé banali, ma che spesso sfuggono alla nostra attenzione: fare sport fa bene e iniziare a praticare una qualunque disciplina nei primi anni di vita è fondamentale. Lo è per la salute, ma anche per la formazione.

È così che abbiamo chiamato a raccolta tutte le associazioni del territorio che hanno risposto positivamente accettando di avviare i laboratori in modo gratuito.

Il nostro tentativo è stato quello di offrire una proposta molto variegata e permettere ai ragazzi di sperimentare anche discipline meno conosciute. Ringrazio le associazioni e la scuola e spero che le famiglie si rendano conto dell’importanza dell’opportunità che offriamo ai nostri ragazzi», affermano l’assessore allo sport, Simone Focardi e l’assessore alla scuola Simone Londi.



Foto & video