COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

banner turisticoScopri il territorio

logo narrazioni popolariScopri la mostra allestita presso il Palazzo Podestarile fino al 16 dicembre

GAME OVER: STOP ALL’EVASIONE

Il comune di Montelupo è capofila di un progetto da 150.000 euro che coinvolge anche tutti gli altri comuni dell’Empolese Valdelsa ed è finalizzato a contrastare l’evasione

La Regione Toscana ha finanziato con 150.000 euro il progetto “GAME OVER – Stop all'evasione.”, con la partecipazione di tutti gli 11 Comuni dell’Empolese Valdelsa e di cui il Comune di Montelupo Fiorentino è capofila.

Nell'ottica di ripensare il ruolo svolto dal Comune nel contrasto all'evasione fiscale, dalla tipica funzione di controllo ed accertamento successivo, ad una attività preventiva, concomitante e cooperativa con il contribuente, il progetto “GAME OVER” ha, come obiettivo, il miglioramento del rapporto di fiducia tra il Comune ed il Cittadino, finalizzato all'adempimento spontaneo negli innumerevoli adempimenti tributari che la normativa impone.

Nel dettaglio, il progetto prevede, fra l'altro, il controllo delle posizioni TARI, attualmente presenti nella banca dati, al fine di verificare la situazione degli utenti per la corretta intestazione delle bollette, così da consentire il regolare pagamento.

Con l'acquisizione di strumenti informatici in grado di mettere in relazione le diverse banche dati (Anagrafe, Agenzia delle Entrate, Catasto, ecc.), il progetto si prefigge l'obiettivo di evidenziare delle casistiche standard di difformità nella posizione tributaria, in modo da intervenire sistematicamente per il recupero dell'evasione in maniera bonaria.

A tal fine, tutti i Comuni dell'Empolese Valdelsa partecipanti al progetto, metteranno a punto delle modalità operative unitarie, che, se ritenute funzionali, potranno anche essere esportate ed utilizzate da altri Enti della Toscana.

Per far sì che permanga nel tempo l'obiettivo di equità e semplificazione fiscale, il Comune punta anche al coinvolgimento delle nuove generazioni nella lotta all'evasione, con la diffusione della cultura della legalità nelle scuole, attraverso una manifestazione teatrale che coinvolga gli istituti scolastici presenti nel territorio.

Il progetto è iniziato nel 2018 e avrà la durata di un anno; a metà percorso è previsto un momento di confronto per la verifica dei risultati attesi ed eventualmente apportare migliorie al percorso progettuale.