COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

nidi 2018C'è tempo fino al 4 maggio. Nel mese di aprile è possibile visitare le strutture

banner ortiConsulta la graduatoria definitiva

Illuminazione pubblica del centro cittadino: un progetto di riqualificazione

L’intervento rientra fra le opere strutturali previste da piano di rivitalizzazione “Montelupo al centro”

E luce fu, risparmiando. Una sintesi che riassume il senso del progetto approvato dalla giunta comunale e che sarà realizzato nell’arco di alcuni mesi.

L’intervento riguarda il totale ripensamento del sistema di illuminazione pubblica del centro cittadino in base a due linee guida ben precise: la valorizzazione dell’area e il risparmio energetico.

Esso si inserisce in un più ampio programma di interventi volti alla riqualificazione energetica della pubblica illuminazione, che il comune di Montelupo ha iniziato nel 2013 che ha comportato un elevato risparmio di energia.

Ovviamente, nello stesso tempo si inserisce nel progetto di riqualificazione del centro storico con progetti di ampio respiro che riguardano anche la sinergia fra sicurezza, decoro urbano e illuminazione pubblica: per questo sono state studiate soluzioni che migliorino l’illuminazione diffusa e altre che valorizzino i monumenti storici, opere d’arte e dettagli architettonici di pregio di cui il centro cittadino è straordinariamente ricco.

Molte delle opere presenti nel centro cittadino saranno valorizzate grazie a questo intervento con un’illuminazione “scenografica”; rientrano fra queste tutte le installazioni realizzate nell’ambito del progetto Materia Prima, il pozzo dei Lavatoi, la barca di corso Garibaldi. Sono stati individuati anche alcuni luoghi significativi del centro quali i loggiati di corso Garibaldi e del Palazzo Podestarile e alcune facciate di palazzi storici di Piazza della Libertà.

Oltre 130 corpi illuminanti obsoleti saranno sostituiti con apparecchi di nuova generazione equipaggiati con lampade a LED, aventi efficienza e durata molto superiore, riorganizzandone la distribuzione in modo più razionale con contestuale eliminazione/sostituzione di tratti delle linee di alimentazione non più in sicurezza.

Tale intervento avrà come ricaduta positiva un risparmio di 67.200 kw/annui.

Le aree interessate dal progetto sono strade e piazze in parte aperte alla circolazione veicolare e in parte appartenenti alla ZTL del Capoluogo:

  • Via Roma, compreso il ponte sulla Pesa;
  • Piazza della Libertà;
  • Corso Garibaldi;
  • Via Baccio da Montelupo;
  • Via Nuova;
  • Via Giro delle Mura;
  • Via XX settembre;
  • Piazza Gelasio Centi;
  • Piazza Guglielmo Marconi;
  • Lungo Pesa e piazzetta Moustiers S.te Marie;
  • Piazza VIII marzo 1944;
  • Via San Giuseppe;
  • Via Giuseppe Tassinari;
  • Via del Castello;
  • Vicolo Raffaello Sinibaldi;
  • Piazza Giacomo Matteotti e Piazza Vittorio Veneto;
  • Via Antonio Gramsci e Via Cesare Pavese.

Un elemento particolarmente innovativo dell’intero progetto riguarda la possibilità di gestire da remoto i punti luce, regolando il flusso luminoso, le accensioni, la rilevazione di guasti.

Da qualche settimana sono iniziati anche i lavori per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica del parco dell’Ambrogiana. È un intervento di cui si parla da tempo e che sta per essere concluso.

In pratica sono sostituite 83 vecchie luci con nuovi corpi illuminanti a led che si trovano nella seconda parte del viale Umberto I e lungo le percorrenze pedonali del parco.
Anche in questo caso l’intervento combina un incremento dell’illuminazione, con un maggio decoro e minori consumi; tutti i lampioni del parco, come quelli del centro, sono gestibili da remoto.