COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Banner-sito-festa-della-donna2Un'occasione per parlare di bisogni, aspettativi e desideri

banner sito okIncentivi per le nuove attività
Incentivi per creazione di un albergo diffuso
Sgravi fiscali

Montelupo indicato fra i clienti dell’aziende che commercializzavano carne avariata

La ditta, il cui contratto è scaduto a settembre 2017, forniva al comune di Montelupo: carni bianche, maiale e salumi

Poche ore fa è arrivata la notizia che uno dei fornitori della mensa comunale è una delle aziende di Pistoia che commercializzavano carne avariata.

Tale fornitore è stato individuato 3 anni fa attraverso una gara europea in cui l’offerta economica era la variabile di maggior peso, ma nella quale erano anche indicate le caratteristiche che i prodotti forniti dovevano avere.

La ditta, il cui contratto è scaduto a settembre 2017, forniva al comune di Montelupo: carni bianche, maiale e salumi. La carne rossa è stata acquistata per un’esigua quantità (40 Kg) nei mesi di luglio e agosto e quindi non è stata distribuita nelle scuole.

In ogni caso il comune di Montelupo non ha mai riscontrato problemi in merito alla qualità della fornitura, neppure dai controlli effettuati da NAS e incaricati dell’azienda sanitaria; ha invece avuto problemi sulla quantità dei materiali consegnati, per cui ci sono state numerose contestazioni.

Per quanto riguarda la fornitura di carne rossa durante tutto l’anno scolastico, la mensa si rivolge prevalentemente a produttori di filiera corta: acquista direttamente il vitello vivo da due aziende agricole, una di Pieve a Nievole e una di Montespertoli.

Ciascun capo viene scelto dal personale della mensa e, fin da subito grazie al codice di identificazione, viene seguito in tutto il percorso per poi essere macellato a San Miniato, sotto la supervisione dei veterinari dell’azienda sanitaria.

Il comune ha cercato di individuare fornitori di filiera corta anche per il pollame e le carni di maiale, ma non sono state trovate ditte in grado di garantire le quantità necessarie.

«Vorrei tranquillizzare nel merito ed evitare che tale notizia allarmi tutti coloro che usufruiscono della mensa, in particolare i genitori dei nostri alunni.

Voglio sottolineare il fatto che la qualità della mensa comunale non è mai stata messa in discussione grazie alla professionalità di chi ci opera e ai controlli sulla qualità dei prodotti», afferma il sindaco di Montelupo, Paolo Masetti.