COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

orario estivo uffici comunali 2019Consulta l'articolo per sapere i cambiamenti

casa succedeGli appuntamenti di luglio e agosto

Zona a traffico limitato in centro storico. Al via la sperimentazione del nuovo sistema di accesso

Centro storico: il recupero passa anche da una regolamentazione più attenta degli accessi delle auto.

            L’amministrazione comunale ha scelto di sostituire il vecchio sistema di accesso al centro, rivelatosi inadeguato, con un varco elettronico che consente il riconoscimento immediato delle targhe, una modalità analoga a quella utilizzata in molte città.

«Il nuovo sistema assieme alle telecamere di videosorveglianza collocate in centro storico, permetterà di avere sotto controllo l’area e contrastare il fenomeno di sosta selvaggia che contribuisce al degrado del nostro centro. La regolamentazione degli accessi nella ZTL rientra infatti fra le azioni di rivitalizzazione del centro e permetterà di garantire maggiore decoro e sicurezza. La soluzione individuata, per essere efficace, richiede la massima collaborazione di tutti coloro che vivono o operano in centro. Il rispetto delle regole va a vantaggio di tutti», afferma il sindaco Paolo Masetti.

Come funziona il nuovo sistema

La telecamera che rileva la targa dei veicoli che transitano nel centro è collegata a una banca dati in cui sono riportate le targhe di tutti i veicoli autorizzati e ciò consente una verifica immediata: se la targa del veicolo non è presente nell’elenco, sarà elevata una sanzione.

Naturalmente l’amministrazione è consapevole che possono verificarsi casi eccezionali per cui una persona può avere necessità di accedere al centro con urgenza, anche in assenza di un permesso permanente o autorizzazione temporanea. Coloro che si troveranno in questa situazione potranno effettuare una comunicazione alla polizia municipale entro 48 ore, specificando i motivi dell'ingresso non autorizzato. Tale procedura potrà essere effettuata sia rivolgendosi allo sportello, sia attraverso un modulo on line disponibile sul sito del comune.

Sempre sul sito del comune è disponibile un form attraverso il quale coloro che hanno necessità e diritto di entrare nella zona a traffico limitato possono presentare richiesta.

A partire dal 26 maggio il sistema sarà funzionante e in fase di sperimentazione fino al 31 luglio.

Entro il 26 giugno, coloro che hanno i requisiti descritti di seguito, dovranno effettuare la procedura online di richiesta del permesso.

Entro la fine del mese di luglio tutti i richiedenti riceveranno una risposta da parte della Polizia Municipale di autorizzazione o diniego.


Chi ha diritto di accedere alla ZTL

Possono presentare richiesta permanente:

  • Residente, domiciliati, proprietari e affittuari di immobili situati in ZTL
  • Titolari di attività commerciali, artigianali, ricettive situati in ZTL
  • Forze dell’ordine, di pubblica utilità, Misericordia e Pubblica Assistenza
  • Fornitori delle attività commerciali, artigianali, ricettive in ZTL
  • Persone che seppur non residenti, hanno immobili, o familiari nella ZTL in ragione di particolari necessità o per carico e scarico
  • Imprese funebri
  • Portavalori
  • Medici, personale sanitario, trasporto medicinali urgenti
  • Vigilanza privata
  • Portatori di handicap con contrassegno
  • Trasporto pubblico non di linea
  • Servizi scolastici

Possono richiedere il permesso temporaneo

  • Veicoli al seguito di manifestazioni religiose (matrimoni e funerali)
  • Traslochi
  • Installatori di strutture temporanee per manifestazioni
  • Artigiani, imprese di riparazioni, imprese edili che svolgono lavori in ZTL
  • Cittadini che hanno familiari che necessitano assistenza in zona ZTL

Richiesta rimborso cauzione per ritiro chiave accesso

Il vecchio sistema di accesso prevedeva l’utilizzo di una chiave di riconoscimento.
Alcuni cittadini (non residenti e coloro che avevano necessità di una seconda chiave) hanno versato una cauzione di 15 euro al momento del suo ritiro.

È possibile richiederne il rimborso, compilando un modulo scaricabile sul sito istituzionale o reperibile allo sportello, mentre non è dovuto nessun rimborso per i cittadini residenti in possesso della prima chiave d'accesso, in quanto rilasciata gratuitamente.

La sosta è consentita per un massimo di 30 minuti ed è regolamentata con il disco orario.


                                                          



Foto & video