COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

deportatiScopri tutte le iniziative

banne sito declinazioni femminili 14 marzo | DONNE GUERRIERE. Spettacolo con Ginevra di Marco e Gaia Nanni

Tanti Auguri Museo! – I primi dieci anni del Museo Archeologico di Montelupo

Un calendario di iniziative pensato per celebrare questo importante anniversario. Prevista anche la realizzazione di una “Capsula del tempo” con gli alunni della scuola primaria

Per Montelupo Fiorentino la cultura rappresenta un motore irrinunciabile per lo sviluppo del territorio. Si tratta del motivo guida che risuonava nell’inaugurazione del Museo Archeologico avvenuta il 19 maggio 2007.

Una convinzione condivisa anche dall’attuale amministrazione che ha scelto di promuovere con un rinnovato e virtuoso lavoro di aggiornamento e attualizzazione il sistema culturale e turistico del territorio.

In questo contesto il museo archeologico rappresenta un caso significativo.

Il museo è gestito, dopo relativo bando, con un contratto di concessione tra l’Amministrazione e il consorzio di cooperative “Gestione Associata Musei”, un modello che ben rappresenta la sperimentazione delle opportunità offerte dal rapporto virtuoso tra iniziativa pubblica, imprenditoria privata, cooperazione e no-profit.

I tanti appuntamenti che saranno proposti al pubblico del museo per festeggiare il decennale ne sono una concreta dimostrazione: un programma ampio, articolato e condiviso che non graverà sulle finanze comunali e che sarà realizzato da due delle cooperative del succitato consorzio: la Cooperativa ArcheoProgetti e la Cooperativa Ichnos.

Le iniziative copriranno due interi fine settimana di maggio e nella loro articolazione rispecchiano le caratteristiche e l’identità di questo luogo: un piccolo museo specializzato nel proporre e sperimentare una fruizione didattica e educativa fortemente coinvolgente, attiva e in continuo aggiornamento.

Ricordiamo, per fare un esempio, che il museo è ufficialmente il laboratorio di storia del locale Istituto Comprensivo “Baccio da Montelupo” e sede di svolgimento di innumerevoli laboratori didattici in orario scolastico.

I festeggiamenti inizieranno sabato 6 e domenica 7 maggio.

Queste prime due giornate pensate per i ragazzi che frequentano le elementari che potranno partecipare a laboratori pratici legati alla sperimentazione della scheggiatura, all’accensione del fuoco e ad altri aspetti significativi del mondo antico come gli scambi, l’uso delle erbe, la produzione di cosmetici.

Altri laboratori riguarderanno la sperimentazione dell’attività principale dell’archeologo attraverso la vera e propria simulazione di uno scavo archeologico.

Vi sarà poi un evento davvero particolare e unico che aprirà i festeggiamenti: la realizzazione di una capsula del tempo.

Per questo sono stati interpellati tutti i bambini che frequentano le classi quinte delle scuole primarie di Montelupo, la generazione che compie oggi 10 anni, come il Museo, ed è stato chiesto loro di illustrare con testi, fotografie o disegni la loro vita quotidiana, i loro interessi, gli sport che praticano, la loro giornata tipo, cosa mangiano, come si vestono, come giocano, in pratica uno spaccato di vita dei montelupini di 10 anni oggi, nel 2017. Tutta la documentazione raccolta sarà sigillata all’interno di un orcio. L’orcio, realizzato in collaborazione con l’Unione delle Fornaci della Terracotta di Samminiatello, diventerà quindi una capsula del tempo e conserverà tutto per dieci anni.

I bambini che stanno nascendo oggi e che frequenteranno quindi nel 2027 la classe quinta avranno modo di analizzare quei “reperti” e confrontarsi con la Montelupo di dieci anni prima.

I festeggiamenti proseguiranno giovedì 18 maggio con la proposta di “Musei tante Storie”, una visita guidata al museo molto particolare, ideata e realizzata dagli studenti dell’Istituto superiore “Enrico Fermi” di Empoli durante una attività di alternanza scuola lavoro realizzata tra i due enti. Si tratterà di una visita molto coinvolgente con tanti personaggi locali che animeranno il museo, il ringraziamento al giornalista Edoardo Camurri dovrebbe darvi qualche indizio sul format usato.

Il fine settimana di sabato 20 e domenica 21 maggio il museo sarà invaso dai “ricercatori in erba” studenti delle scuole primarie di primo grado di Montelupo Fiorentino, e non solo, che hanno partecipato al progetto del coordinamento dei consigli dei ragazzi dell’empolese-valdelsa.

Il gruppo dei “ricercatori in erba” avrà il compito di realizzare un prodotto multimediale, per tramandare ai posteri l’evento dei primi dieci anni del Museo.

Gli operatori adulti forniranno le fonti, gli strumenti e il personale di supporto – compresi i testimoni che ci verranno a trovare – il resto ce lo metteranno tutto loro.

I festeggiamenti si concluderanno domenica 21 maggio alle ore 18.00 con la scoperta di una targa in ceramica con QRcode relativo al filmato creato dai ricercatori in erba per il decennale.

A seguire tradizionale taglio della torta e apertura dello spumante di rito.

«Il museo archeologico è parte integrante e attiva della storia di Montelupo, della riappropriazione identitaria degli ultimi decenni; luogo chiave di quello che - senza scendere in campanilismi- chiamerei orgoglio montelupino: il Museo Archeologico ha infatti fra i suoi scopi di essere un luogo dove i ricordi e il passato vengono agiti e condivisi, divenendo terreno di relazione e coesione sociale. Con le parole di Pietro Clemente, è un "museo astronave", un luogo che non si visita, ma si frequenta. Questa ricorrenza ci fornisce quindi la gradita occasione di attrarre l'attenzione sul Musarc: perché se non ricordiamo da dove veniamo e chi siamo, non possiamo andare da nessuna parte», afferma l’assessore alla cultura Aglaia Viviani.



Foto & video