COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Banner 1Guarda il video dedicato alla nuova scuola 

elezioni ELEZIONI 2020 - Tutte le informazioni

Dal 2 settembre possibile presentare domanda per il Sostegno per l’inclusione attiva (SIA)

Si tratta di una misura istituita dal Governo per il contrasto alla povertà

L'Unione dei Comuni circondario dell'Empolese Valdelsa che a partire da venerdì 2 settembre è possibile presentare domanda per il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA).

Si tratta di una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un contributo alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti persone minorenni, figli disabili o una donna in stato di gravidanza accertata; il sostegno economico è subordinato all'adesione a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.

La novità di questo intervento è la modalità con cui sarà concesso il contributo e la finalità con cui è pensato l’intero progetto: aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

La concessione del contributo economico è, infatti, subordinata all’elaborazione di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole o anche con soggetti privati ed enti no profit.

Il progetto coinvolge tutti i membri del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e bambini, che vengono individuati sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni.

Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.

Il SIA nel 2016 sarà erogato ai nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

  1. requisiti familiari: presenza di almeno un componente di minore età o di un figlio disabile, ovvero donna in stato di gravidanza accertata
  2. requisiti economici: ISEE inferiore ai 3.000 euro
  3. valutazione del bisogno in base a parametri che tengono conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa.

Per poter beneficiare del sostegno è inoltre necessario che nessun componente il nucleo sia già beneficiario di altri strumenti di sostegno al reddito e che non riceva già trattamenti superiori a 600 euro mensili.

Il sostegno economico verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità.

Per informazioni contattare l’ufficio politiche sociali del comune di residenza,

Per approfondimenti

Scarica il modulo

 



Foto & video