COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Banner 1Guarda il video dedicato alla nuova scuola 

mostra banner sito comune Contaminazioni di stili: Albisola Superiore incontra Montelupo Fiorentino. Scopri la mostra

Presentata l'edizione 2016 del Montelupo Film Festival

  Le opere possono essere candidate entro il 30 luglio

Lo scambio e l’interazione tra culture diverse, attraverso il mezzo cinematografico, è il pilastro su cui si regge l’iniziativa ideata dal Direttore generale Lorenzo Ciani e il Direttore artistico Daniele Pertici. In queste settimane l’impegno della organizzazione del Festival è volto alla selezione delle opere cinematografiche che stanno arrivando per  prendere parte alla competizione e incontrare privati interessati a sostenere la manifestazione.

Al momento non sono stati ancora decisi eventuali eventi collaterali al  Festival e collaborazioni con associazioni esterne al Mignon CSC.

UN FESTIVAL IN CRESCITA ESPONENZIALE

Poiché uno degli obiettivi della seconda edizione del Montelupo Film Festival è quello di intercettare un target di opere ancora più consistente, abbiamo deciso di allungare la durata massima delle opere ammesse. Con quella che è l’unica modifica sostanziale al regolamento rispetto alla prima edizione, abbiamo dunque portato la durata massima dei cortometraggi da 15 a 30 minuti, dei documentari da 30 a 60 minuti e dei lungometraggi da 60 a 120 minuti.


Se l’obiettivo era quello di incrementare il numero di opere iscritte, ad oggi possiamo ritenerci pienamente soddisfatti. Basti considerate, infatti, che dopo 3 mesi di bando aperto, a 2 mesi e mezzo di distanza dalla chiusura, abbiamo già ampiamente superato il numero totale delle iscrizioni della prima edizione edizione.

Nello specifico sono pervenute ad oggi più di 200 opere, delle quali circa il 70% sono cortometraggi, il 17% lungometraggi e il 13% documentari. A conferma del respiro internazionale e multiculturale del Festival notiamo che meno della metà delle opere iscritte (il 47%) sono italiane. In particolare il 25% delle opere arriva comunque da paesi europei, il 13% dal continente americano, l’10% dall’Asia e il 5% dall’Oceania.

Ricordiamo, infine, che il bando è aperto fino al 30 luglio 2016 e che i registi possono iscrivere la propria opera dal sito ufficiale del Festival oppure tramite le numerose piattaforme internazionali convenzionate. Alla chiusura del bando, la direzione generale e artistica del Festival provvederà a stilare la lista delle opere in concorso che saranno proiettate dal 28 ottobre al 1 novembre al Cinema Mignon d’essai. Selezionate le opere in concorso, la palla passerà ai membri della Giuria che decideranno le opere da premiare.

Per saperne di più

info@montelupofilmfest.com
montelupofilmfest.com



Foto & video