COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

banner sito domenica dei piccoli 2020Scopri il programma

banne sito declinazioni femminili 20 febbraio | Incontro: "Che genere di dipendenza?"

In Consiglio Comunale si è parlato di Tari: gli importi rimangono invariati rispetto al 2015

Prevista una riduzione per le aziende che producono generi alimentari e che fanno accordi con le Onlus che operano nel sociale a fronte della consegna di generi non ancora scaduti, ma non commercializzabili.

Il Consiglio Comunale tenutosi ieri sera ha affrontato all’ordine del giorno alcuni argomenti relativi all’affidamento del servizio di raccolta rifiuti a Publiambiente, alle tariffe previste per lo svolgimento di tale servizio e al recepimento di quanto stabilito dalla manovra finanziaria del Governo, in merito ai tributi.

L’affidamento del servizio di gestione, raccolta e smaltimento è stato confermato Publiambiente, nell’attesa della conclusione della gara di ATO Toscana centro.

È così che sono stati mantenuti pressoché invariati gli importi rispetto allo scorso anno, comprese la riduzione per chi effettua correttamente la raccolta differenziata:

-        utenze domestiche fino a 80 litri riduzione del 30%

-        utenze domestiche da 81 a 120 litri riduzione del 15%

-        utenze non domestiche con produzione di rifiuti indifferenziati minore del 10%, riduzione del 30%

-        utenze non domestiche con produzione di rifiuti indifferenziati minore del 20%, riduzione del 20%

-        utenze non domestiche con produzione di rifiuti indifferenziati minore del 30%, riduzione del 10%

Si tratta di un aspetto particolarmente rilevante che tende a premiare i cittadini virtuosi e a penalizzare chi svuota mai il contenitore grigio; anche per contrastare l’abbandono dei rifiuti.

Continuano ad essere previste agevolazioni in base al reddito:

-        con Isee minore di 5000 è prevista la riduzione del 100%

-        con Isee minore di 10.000 è prevista la riduzione del 30%

Per beneficiare dell’agevolazione è necessario presentare la domanda presso l’Ufficio Unico del comune compilando l’apposito modulo, corredato dall’attestazione economica.

La richiesta può essere presentata per tutti l’arco dell’anno.

Un aspetto interessante in merito alle agevolazioni è la scelta di abbattere il costo della Tari per tutte quelle aziende che lavorano generi alimentari e che fanno accordi con onlus che operano nel sociale. Possono ad esempio essere interessati sia il progetto Reso che le mense della Caritas.

Una scelta che premia un circolo virtuoso grazie al quale non solo non si producono rifiuti, ma nello stesso tempo si sostiene le persone in difficoltà.

Nel corso del 2016 sono previste due scadenze per il pagamento della Tari: il 30 luglio e il 16 dicembre.

Il Consiglio Comunale ha poi approvato le modifiche al regolamento sull’imposta unica comunale (TASI-IMU –TARI) per recepire le modifiche introdotte dal governo tramite la finanziaria; gli aspetti più importanti riguardano:

-        eliminazione della Tasi per le abitazioni principali, eccetto gli immobili di lusso;

-        una previsione dei comodati fra genitori e figli, in presenza di un contratto di comodato d’uso;

-        esenzione dell’IMU sui terreni agricoli, posseduti e gestiti da coltivatori;

-       riduzione IMU del 25% per coloro che affittano gli immobili a canone concordato.

«Colgo l'occasione per ringraziare cittadini e imprese per l'incredibile sensibilità quotidianamente dimostrata nella raccolta differenziata, che pone il nostro territorio tra i più avanzati a livello nazionale per l'attenzione nella gestione dei rifiuti, con un modello che coniuga attenzione ambientale, incremento occupazionale, costi del servizio inferiori rispetto alle aree limitrofe.

Grazie a loro e a Publiambiente entriamo nell'ambito  Toscana Centro come primi della classe, col biglietto da visita della raccolta differenziata di 170mila abitanti al 90%», afferma Lorenzo Nesi, vicesindaco e assessore all’ambiente



Foto & video