COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

banner sito domenica dei piccoli 2020Scopri il programma

banne sito declinazioni femminili 20 febbraio | Incontro: "Che genere di dipendenza?"

Una donna che lavora a Montelupo colpita da meningite

In base a quanto comunicato dall'Azienda Sanitaria la signora lavora in un centro estetico in via Rovai a Montelupo Fiorentino ma non ha contatti diretti con la clientela gestendo l’amministrazione.

 L’Azienda sanitaria ha confermato la diagnosi di infezione da meningococco di tipo C per una donna di 52 anni residente a Campi Bisenzio.

L’unità funzionale di igiene pubblica del dipartimento di prevenzione di Firenze ha immediatamente attivato le procedure per la profilassi e sta sottoponendo a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei giorni scorsi hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con la paziente che lavora in un centro estetico in via Rovai a Montelupo Fiorentino, ma non ha contatti diretti con la clientela gestendo l’amministrazione.

È stata prontamente effettuata una inchiesta epidemiologica dalla quale è risultato, tra l’altro, che la paziente per motivi di lavoro tutti i giorni prende il treno alla stazione di San Donnino alle ore 8,32 per andare a Montelupo Fiorentino e lo riprende la sera alle ore 16,53 per tornare a San Donnino.

In particolare:

-       la mattina prende il treno regionale 21405 che parte da Firenze Porta A Prato ore 8.21 e arriva a Empoli ore 8.52, la Signora scende a Montelupo alle 8.43;

-       il pomeriggio prende il treno regionale 11726 che proviene da Grosseto (da cui parte alle ore 13.50 con arrivo a Firenze Santa Maria Novella alle ore 17.24), la signora scende a San Donnino alle ore 17.06.

SOLO ed esclusivamente per CHI HA CONDIVISO CON LA SIGNORA il viaggio IN TRENO nel tratto SAN DONNINO-MONTELUPO e VICEVERSA, negli orari riportati sopra e nei giorni compresi tra il 26 gennaio e il 4 febbraio, è raccomandata la profilassi antibiotica da assumere il prima possibile su indicazione medica.

L’invito non riguarda coloro che hanno utilizzato gli stessi treni  in date e orari diversi.

Per la profilassi antibiotica, gli interessati possono rivolgersi al proprio medico o pediatra di famiglia, ai Servizi di Guardia Medica oppure ai servizi di Igiene Pubblica competenti per territorio secondo il comune di residenza/domicilio o ai Servizi di Guardia Medica.

La profilassi dovrà essere eseguita anche se è già stata effettuata la vaccinazione antimeningococcica.



Foto & video