COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

deportatiScopri tutte le iniziative

banne sito declinazioni femminili 14 marzo | DONNE GUERRIERE. Spettacolo con Ginevra di Marco e Gaia Nanni

"La Manifattura": un progetto di lavoro che guarda al sociale

Il percorso imprenditoriale è promosso dalla cooperativa Pegaso con la finalità di aumentare le opportunità di inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Che cosa prevede il progetto

Il progetto “La Manifattura” si configura come un’innovativa modalità di collaborazione fra le Cooperative sociali di tipo B e le aziende del territorio e prende spunto da esperienze analoghe già attuate nel Nord Italia.

L’idea nasce a seguito di un percorso con le imprese finalizzato a capire quali sono gli spazi di lavoro per realtà come Pegaso nel tessuto imprenditoriale locale.

I ragazzi seguiti dalla cooperativa Pegaso sono quindi coinvolti nello svolgimento di lavorazioni poco remunerative all’interno dei processi produttivi e che rischiano di diventare diseconomie per l’intero ciclo produttivo; tali lavorazioni richiedono poca strumentazione e professionalizzazione e sono caratterizzate da un’elevata ripetitività. Attività come il confezionamento di prodotti o l’assemblaggio.

Oggi 20 ragazzi provenienti dal dipartimento di salute mentale della Asl sono impiegati nell’attività di assemblaggio di nastri adesivi per conto dell’azienda Fralex srl.

Saranno affiancati da altre dieci persone coinvolte nel progetto, in parte grazie alle borse lavoro dell’Unione dei Comuni per il progetto vecchie e nuove povertà, in parte attraverso tirocini formativi attivati attraverso GiovaniSì.

Il comune di Montelupo Fiorentino è stato coinvolto, concedendo lo stabilimento di via Caltagirone che ospitava la scuola della ceramica in comodato d’uso gratuito per un periodo di sei mesi, il tempo necessario a sperimentare il progetto.

In base a quanto previsto dal comodato, la cooperativa Pegaso si impegna a effettuare alcuni servizi per il comune, quali il monitoraggio dell’area industriale, intervenendo quando possibile o effettuando le segnalazioni al comune; la manutenzione e la gestione dell’edificio.

“La Manifattura” è un progetto attuato grazie al sostegno di una pluralità di soggetti quali:

Comune di Montelupo Fiorentino, sezione Empolese Valdelsa Confindustria Firenze; Agenzia per lo Sviluppo Empolese-Valdelsa, ASL, Società della Salute Empolese – Valdelsa, Consulta per la salute mentale dell’Empolese-Valdelsa, Cooperativa Zefiro


Francesco Cioni, presidente della Cooperativa Pegaso

Oggi avviamo ufficialmente una linea di azione nuova per la nostra cooperativa, perseguendo due obiettivi importanti: dare risposte a tutte quelle persone che avranno difficoltà ad entrare nel mercato del lavoro e rendere Pegaso una realtà sempre più autonoma rispetto alle commesse pubbliche.

Ovviamente non saremmo qui senza l’indispensabile supporto di numerosi soggetti pubblici e privati che desidero ringraziare:

-        il Comune di Montelupo per aver creduto in questo progetto ed averci dato la possibilità di sperimentarlo mettendoci a disposizione i locali della ex scuola di ceramica in via Caltagirone;

-        l'Azienda Sanitaria per il supporto appassionato che ci sta dando anche in questa nuova esperienza;

-        l'Agenzia per lo Sviluppo dell'Empolese Valdelsa per il sostegno che ha da subito manifestato a questo progetto;

-        Confindustria di Empoli che, attraverso il suo Presidente Simone Campinoti, si è attivata da subito per collaborare all'individuazione delle attività produttive che possono essere maggiormente interessate dalla nostra attività manifatturiera.

A tal proposito vogliamo ringraziare le imprese che già ci hanno commissionato delle lavorazioni e quelle con cui stiamo studiando la possibilità di poterlo fare.

In quest'ottica, l’inaugurazione vuol essere anche un momento di presentazione di questo progetto al tessuto produttivo, al fine di incrementare il numero di aziende che possono trovare nella nostra esperienza un'occasione per una proficua collaborazione imprenditoriale, oltre che per incrementare il loro valore sociale per il territorio in cui operano.

Un ringraziamento speciale infine alla Cooperativa Sociale Zefiro che con competenza e passione ci accompagna anche in questo progetto.

Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino

 

Il comune di Montelupo Fiorentino è stato uno dei soggetti sostenitori della nascita della cooperativa Pegaso nel 2000; negli anni è riuscita a portare avanti la sua missione di inclusività sociale di persone con problemi psichici, estendendo la propria attività a diversi ambiti.

Quando ci è stata presentata la richiesta di sostenere il progetto “La Manifattura”,

attraverso la concessione in comodato gratuito dei locali di nostra proprietà, ci è sembrato un modo per sostenere una realtà meritevole del nostro territorio.

Sono sempre propenso ad accogliere le idee che cercano di superare in maniera innovativa i problemi; nel caso specifico, trovo estremamente interessante il coinvolgimento di aziende del territorio in progetti sociali. Progetti sviluppati in maniera seria, preceduti da indagini di mercato, valutazioni dei costi e avviati con una modalità sperimentale per valutarne gli effetti.

Un ente pubblico non deve solo proporre, ma anche saper cogliere e sostenere, nelle forme più adeguate, gli stimoli che arrivano dal tessuto sociale.


Simone Campinoti, presidente sezione Empolese Valdelsa Confindustria Firenze

È la pragmaticità e la concretezza del progetto che crea una nuova impresa a rendermi fermamente convinto della sua bontà: è il giusto approccio al problema, anzi l’unico realmente sostenibile.

Era più di un anno fa, quando non firmai un progetto di sostegno, dove ci veniva solo chiesto di garantire le assunzioni delle persone da parte di aziende associate alla fine del progetto, cosa che non potevo garantire assolutamente, attirandomi non poche critiche, pur rendendomi disponibile a aiutare qualora la richiesta fosse stata quella di creare nuove imprese. È per questo che abbiamo aderito attivamente da subito alla richiesta di aiuto ricevuta da parte della Cooperativa PEGASO, per la creazione di una reale manifattura sociale. La bontà del progetto è stata anche confermata dall’adesione immediata e dalla disponibilità ad essere il primo cliente, dei colleghi imprenditori e associati Confindustria: Antonella Capaccioli e suo marito Carlo Gigante della Fralex, persone splendide e di grande cuore, cui vanno tutta la mia ammirazione e il mio ringraziamento.

Quando sono andato a vedere la produzione appena avviata in prova, mi sono immediatamente reso conto di quanto giusta era questa visione, semplicemente vedendo il sorriso dei ragazzi che finalmente facevano qualcosa che produceva valore realmente, qualcosa che sono certo ha inciso fortemente nella loro autostima.

Questo bell’esempio di concretezza spero possa servire da modello per la nascita di altre iniziative che producono vantaggi per tutti, lavoro vero per i ragazzi disagiati e opportunità per le aziende che vorranno sostenerli fornendo lavoro.

Auguro lunga vita e prosperità a questa iniziativa. 

Tiziano Cini, Direttore ASEV

 La collaborazione con il progetto della cooperativa Pegaso da parte di ASEV, attraverso l’individuazione di eventuali aziende interessate ai nuovi servizi offerti nella nuova struttura, oltre alla messa a disposizione di mobili e attrezzature utili allo svolgimento dell’attività,  rappresenta per ASEV l’opportunità di dare sostegno ad una iniziativa imprenditoriale innovativa sul nostro territorio, in grado di creare nuovi posti di lavoro per una tipologia di cittadini svantaggiata e al tempo stesso di dare una risposta ad esigenze latenti delle imprese riguardo l’esternalizzazione di fasi di lavorazione manuali e ripetitive. Un progetto quindi che aiuta l’economia ed il mercato del lavoro locale in un momento nel quale è sempre più necessario creare nuova imprenditorialità ed economie di scala.

Nedo Mennuti, Azienda Usl Centro

Il Progetto "La Manifattura", portato avanti con coraggio e determinazione dalla Cooperativa Sociale Pegaso, è sostenuto con forza dall'Azienda Usl Centro.
Si tratta di un progetto innovativo e di una grande sfida per il mondo della cooperazione sociale. Rappresenta il presente e il futuro per la vulnerabilità. Un progetto che mira alla indipendenza imprenditoriale ed alla sostenibilità economica in un settore che finora ha visto il prevalente finanziamento pubblico.
In un momento di risorse limitate come questo, "La Manifattura" permette di guardare avanti ed apre una nuova prospettiva per il mondo della cooperazione sociale, la vera cooperazione sociale, che certamente la Pegaso rappresenta, a cui il nostro territorio deve molto . Per le persone che prestano la loro attività lavorativa in queste realtà, "La Manifattura" diventa l'occasione per lo sviluppo della propria autonomia e per il proprio futuro. L'Azienda sanitaria sostiene e ha sempre incoraggiato e promosso i progetti tesi a sviluppare l'autonomia, anche lavorativa, convinta che rappresenti la via principale per affrancarsi dall'assistenzialismo.



Foto & video