COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Banner 1Guarda il video dedicato alla nuova scuola 

elezioni ELEZIONI 2020 - Tutte le informazioni

Dall’8 agosto nuovamente in funzione il misuratore di velocità sulla Strada Statale 67, poco dopo l’incrocio con via 1° maggio

Nel mese di maggio la Prefettura aveva autorizzato la collocazione di un nuovo misuratore di velocità, in considerazione della pericolosità di quel tratto di strada e del fatto che le auto transitano a velocità che superano i limiti imposti dalla normativa, con conseguenti rischi per la popolazione

Dal sabato 8 agosto è nuovamente in funzione il misuratore di velocità (AUTOVELOX) sulla SS 67 all’altezza dell’intersezione con Via 1° Maggio. L’autorizzazione era arrivata nel maggio scorso da parte della Prefettura a seguito di una richiesta specifica dell’amministrazione comunale, conseguente a valutazioni relative alla sicurezza di quel tratto di strada.

Il limite di velocità i è di 50 km/h e in base alle rilevazioni effettuate dalla Polizia Municipale sono state riscontrate numerose vetture che procedevano ad una velocità superiore ai 100 km/h.

Una velocità folle per una zona abitata, con attraversamenti pedonali e con la presenza di locali frequentati da ragazzi che si affacciano direttamente sulla sede stradale.

Il tratto stradale della S.S. 67 che attraversa Montelupo Fiorentino è uno dei più critici e pericolosi dell'Empolese Valdelsa e ne sono testimonianza i dati relativi al traffico veicolare dell’area, che ha registrato nel 2015 una circolazione giornaliera media di circa 12.000 veicoli di ogni categoria e dimensioni.

Nel 2010, quando è stato in funzione un misuratore di velocità nella stessa posizione e nel tratto di strada in questione, è stato rilevato solo un sinistro e nello stesso tempo l’ “autovelox” ha avuto una funzione di detterente determinando in poco tempo una riduzione delle infrazioni. A seguito della disattivazione dell’autovelox è nuovamente aumentato il numero degli incidenti.

La zona è rischiosa in particolare per i pedoni, non ci sono dubbi. L’amministrazione ha quindi deciso di chiedere la possibilità di collocare un nuovo misuratore di velocirtà, in attesa di poter realizzare intenventi strutturali con l’inserimento di una rotatoria per il rallentamento del traffico e la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali, a vantaggio anche delle utenze deboli.

«Quando qualche mese fa abbiamo comunicato che la Prefettura ci aveva autorizzato a collocare un misuratore di velocità sulla Strada Statale 67, alcuni esponenti politici e non solo hanno subito insinuato che si trattasse di un espediente per “fare cassa”.

C’è un modo civilissimo per evitare che il comune “faccia cassa” ed è quello di comportarsi correttamente, rispettando i limiti di velocità. Le risorse che eventualmente arriveranno dalle sanzioni, poi, verranno per norma utilizzate al 50% per interventi di sicurezza stradale.

Vorrei ribadire, inoltre, che dai test effettuati emerge chiaramente che non solo le persone superano il limite, ma addirittura lo doppiano. Come si fa a procedere a 100 km/h in una strada attraversata da pedoni? Me lo chiedo e lo chiedo anche a coloro che hanno fatto polemica contro questa nostra scelta.

Non abbiamo dato ascolto a queste voci e preso una decisione, sicuramente impopolare, ma con un unico obiettivo: garantire la sicurezza dei nostri cittadini e dei tanti giovani avventori dei locali che si affacciano su quel tratto di strada», afferma il sindaco Paolo Masetti.



Foto & video