COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

banner sito Natale 2019Scopri gli eventi in programma

Cibic30 novembre | 26 gennaio: in mostra le opere del designer Matteo Cibic

Vandali in azione: danneggiate alcune recinzioni e imbrattate nuovamente le torrette del Parco

Il sindaco Masetti: educare i nostri ragazzi al rispetto dell’ambiente e dei beni pubblici

GUARDA LE IMMAGINI

 Le torrette collocate nel Parco dell’Ambrogiana erano state sistemate e ridipinte ad aprile 2014.

A distanza di poco più di 4 mesi sono nuovamente danneggiate e imbrattate con scritte.

Ogni anno l’amministrazione spende cifre importanti per rimediare a questo tipo di danneggiamenti: l’inciviltà di pochi ricade su tutta la comunità.

Il commento del sindaco Paolo Masetti

 

«Ancora una volta ci troviamo a parlare di sicurezza e di tutela del bene pubblico. Vorrei però avviare una riflessione un po’ più ampia su questo tema.

In molti propongono come possibile soluzione la collocazione di telecamere di sorveglianza.

Certo, in alcuni casi funzionano come deterrente e in altri sono state anche utili per individuare i responsabili di danneggiamenti e richiedere i danni.

Tuttavia, mi domando e chiedo a tutti i cittadini: vogliamo vivere controllati dal grande fratello? Abbiamo la necessità di sapere che c’è un grande occhio che monitora la città per essere obbligati e comportarci in maniera civile?

Francamente penso che un altro mondo sia possibile. Un mondo in cui le persone hanno a cuore la cosa pubblica, in cui non violano un luogo semplicemente perché trovano una porta aperta o non si divertono ad imbrattare i muri o rompere panchine e altalene.

Penso che sia una questione di educazione, penso che sia una questione di civiltà. Per questo i soggetti coinvolti sono numerosi: la famiglia in primo luogo, la scuola e l’intera comunità. Sono i valori che riusciamo a trasmettere che poi determinano le azioni dei nostri figli.

Andremo poco lontano, se continuiamo a pensare che c’è il comune che aggiusta ciò che è rotto e ci arrabbiamo pure se le riparazioni non sono tempestive, senza considerare che il mantenimento del decoro urbano è una responsabilità di ogni singolo cittadino.

Il comune certo si occupa di riparare i danni, ma fa qualcosa in più: promuove occasioni di formazione e crescita, spesso in collaborazione con la scuola»

Il prossimo appuntamento

 

Nell’ottica di abituare i cittadini di Montelupo ad amare la loro città fin da piccoli, il comune ha scelto di coinvolgere gli alunni delle scuole del territorio ei membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi nella prossima edizione della manifestazione PULIAMO IL MONDO.

L’iniziativa prevista per venerdì 26 settembre si intitola, non a caso, “Sostieni ciò che ami! Diventa il custode del tuo territorio”: i ragazzi di Montelupo saranno impegnati nella pulizia del Parco dell’Ambrogiana, con tanto di imbiancatura di una delle torrette.

L’intento è quello di far comprendere, in una situazione di gioco, quanto impegno e quanta fatica occorrano per mantenere il decoro dei giardini e delle attrezzature pubbliche.



Foto & video