COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

cover montelupo informaIn distribuzione entro la prima settimana di settembre

mmabA settembre incontriamoci al MMAB: si parte il 5 e il 12 con due eventi tutti da scoprire

La ceramica di Montelupo in giro per l’Italia con Google grazie al progetto MADE IN ITALY

 

Dopo l’incontro di presentazione a Roma, i ceramisti montelupini sono stati invitati a Venezia

Il web incontra la tradizione per promuovere il “Made in Italy”. Le nuove tecnologie possono rappresentare un volano per le piccole attività artigianali disseminate sul territorio nazionale che nel tempo hanno contribuito a creare e rafforzare i tratti distintivi dell’Italia nel mondo.

L’idea di per sé interessante, acquista una ancora maggiore rilevanza se si pensa che a proporla è un colosso del settore: “Google”. Martedì 8 luglio nell’ambito della manifestazione DIGITAL VENICE si tiene la presentazione del progetto MADE IN ITALY: ECCELLENZE IN DIGITALE. Si tratta di una vetrina importante per il progetto, infatti la manifestazione organizzata a Venezia è una vetrina nazionale dedicata alla cultura e l'economia digitale e la presentazione del progetto di Google ha un ruolo di primo piano nel calendario degli eventi previsti.

MADE IN ITALY è l’iniziativa lanciata da Google a fine gennaio 2014 per accompagnare le imprese nell’economia di internet e promuovere le eccellenze dell’Italia. Il progetto nella fase iniziale si compone di tre azioni:

  1. una piattaforma realizzata dal Google Cultural Institute in collaborazione con il Ministero per le politiche agricole e Unioncamere: www.gooogle.it/madeintaly
  2. un percorso formativo rivolto alle piccole e medi imprese
  3. 20 borse di studio per giovani che dovranno affiancare le aziende verso “l’economia digitale”.

In pratica la piattaforma propone 100 mostre digitali, 100 storie da scorrere on line per scoprire le eccellenze italiane, ma anche svelare e riscoprire manifatture di nicchia. Le mostre rappresentano una vera e propria narrazione digitale che si compone di foto, video, documenti storici, aneddoti e racconti…..

La ceramica di Montelupo Fiorentino è uno dei prodotti tipici inseriti nella piattaforma.
Così come in occasione della presentazione romana anche a Venezia sarà allestita una piccola mostra con pezzi rappresentativi del territorio e con la dimostrazione dal vivo a cura delle ceramiche Bartoloni; nello spazio dedicato a Montelupo sarà presentata la Strada della ceramica e tutti i soggetti aderenti.

«È il caso di dire che l’unione fa la forza. La costituzione dell’associazione Strada della ceramica è stata una decisione fondamentale per consentire alla ceramica di Montelupo di uscire da una dimensione territoriale ristretta e presentarsi all’Italia. È qualcosa di più che veicolare il prodotto di una singola azienda, in questo modo riusciamo a far conoscere il brand “Ceramica di Montelupo”. Unioncamere e Google ci hanno selezionato perché hanno trovato un prodotto per certi versi già confezionato e dotato di canali propri per farsi conoscere. In questo processo è stato e sarà fondamentale il ruolo delle aziende che sono e devono diventare sempre più soggetti attivi che lavorano accanto all’amministrazione», afferma il sindaco Paolo Masetti.

Al fine di iniziare un dialogo con le manifatture il sindaco ha incontrato sabato scorso tutti gli aderenti alla Strada della Ceramica che negli ultimi mesi da 12 sono saliti a 17.

La riunione è stato un primo momento interlocutorio in cui condividere obiettivi e tracciare le linee di azione per i prossimi mesi, con una particolare attenzione alla Festa della ceramica 2015: «desidero iniziare a progettare la prossima edizione della nostra manifestazione di punta con i diretti interessati, i produttori della ceramica e condividere con loro scelte e azioni da attuare per dare ancora maggiore visibilità alla Festa della ceramica. Ovviamente ho già alcune idee che ho proposto e sui cui desidero avviare un confronto», conclude il primo cittadino.



Foto & video