COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Grazie a un intervento di razionalizzazione sull’illuminazione pubblica risparmiati 25.000 euro in un anno

Categoria: Notizie
Creato Venerdì, 07 Febbraio 2014 10:54
Ultima modifica il Venerdì, 07 Febbraio 2014 11:00

La regione Toscana ha finanziato un intervento di rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica nella zona industriale delle Pratella.

“Spengi la luce quando esci dalla stanza”: quante volte lo abbiamo detto o ce lo siamo sentito dire.
Sappiamo bene che la luce elettrica ha un costo non indifferente sul bilancio delle famiglie; un costo che incrementa sensibilmente se si parla di luce pubblica.

Il comune di Montelupo Fiorentino con il duplice obiettivo di razionalizzare i costi e ridurre l’inquinamento luminoso ha avviato un progetto di efficentamento energetico che ha interessato molti punti luce collocati sul territorio.
Il primo passo è stato quello di censirli tutti, dotandoli di un numero identificativo; è stato creato un database, collegato ad una mappa; ciò ha permesso la loro georeferenzializzazione. I primi vantaggi di questa operazione sono una maggiore facilità per i cittadini nel segnalare i guasti e una maggiore rapidità nell’individuare i problema per il comune.

lampioneNel corso di questo lavoro di mappatura sono stati esaminati i diversi punti luce, andando a considerare eventuali possibilità di ridurre il consumo energetico usando lampade a risparmio energetico.

Contemporaneamente, attraverso le fatture, si è avviato un monitoraggio della spesa, confrontando il consumo nel 2012 e quello nel 2013.

In concomitanza dei lavori per la realizzazione del parcheggio scambiatore alla stazione e delle rotonde sulla statale 67 sono stati usati impianti di nuova generazione che permettono il controllo e la regolazione dal remoto (cioè dagli uffici del comune), adattando quindi il grado di illuminazioni all’ambiente esterno.

Sulla base dell’esperienza fatta nel corso di questi interventi è stato realizzato un progetto per il rifacimento di tutti gli impianti della zona industriale della Pratella. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Toscana e concluso nel dicembre del 2013.
Sono poi state reperite altre risorse nell’ambito delle manutenzioni straordinarie e impianti di nuova generazione sono stati collocati nelle zone in cui la loro resa era massima: Pulica, Bobolino, via Volta, il Castelluccio e l’Ambrogiana (intervento in corso).

«Si è trattato di un lavoro complesso, che ha impegnato il personale interno per circa due anni. Prima abbiamo monitorato la situazione, previsto gli adattamenti necessari, spegnendo pochi punti luce e riducendo l’intensità di altri e successivamente siamo andati a monitorare l’effetto e il livello di luminosità», spiega Andrea Buzzetti responsabile dell’ufficio progettazione.

Un lavoro che ha comportato il risparmio in un anno del 10% di elettricità, pari a 140.000 Kw/h che tradotto in euro corrisponde a oltre 25.000 euro.

«In questa prima fase abbiamo focalizzato l’attenzione sui corpi illuminanti, rendendoli più efficienti e controllandone la sicurezza; tutto ciò non ha nulla a che vedere con l’impiantistica e quindi con i guasti che si verificano in alcune zone. Si tratta in questo caso di problemi legati ai cavi e alla rete. Sappiamo che ci sono zone problematiche e il nostro obiettivo per il 2014 è far coincidere l’efficientamento energetico con la sistemazione della rete », spiega Gianni Vinci, responsabile del servizio lavori pubblici.