COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

BANNER m 262x2574Suolo pubblico gratuito: ecco come gli esercizi che fanno ristorazione possono fare domanda

BANNER ok mettiamo in comune 262x257 Tutte le informazioni utili

Tares: istruzioni per l'uso

ll Tributo Comunale sui Rifiuti e Servizi è stato istituito dal D.L. 201/2011, decreto “Salva Italia”, a decorrere dal 1° gennaio 2013, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati e dei costi dei servizi indivisibili dei comuni.

Come si calcola la tariffa

La TARES è a tutti gli effetti un tributo e quindi non soggetto a Iva.
Si applica a chiunque possieda, occupi o detenga, a qualunque titolo, locali suscettibili di produrre rifiuti urbani ed è calcolata sulla base dei mq occupati, del numero dei soggetti occupanti (per le utenze domestiche) e della tipologia di attività (per le utenze non domestiche).
Alla tariffa si applica una maggiorazione di 0,30 euro per mq a copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili quali illuminazione, manutenzione strade, sicurezza ecc. La maggiorazione costituisce un prelievo statale e per l’anno 2013 il suo versamento avverrà interamente con la rata a saldo.

Avvisi di pagamento

Per il 2013 la gestione e la riscossione della TARES è stata affidata a Publiambiente Spa, già affidatario del servizio di gestione dei rifiuti. Pertanto gli avvisi di pagamento saranno inviati da Publiambiente alle seguenti scadenze, stabilite dal Comune:
- prima rata: primo acconto pari al 40% di quanto dovuto a titolo di TIA per il 2012;
- seconda rata:  secondo acconto pari al 40% di quanto dovuto a titolo di TIA per il 2012;
- terza rata a saldo e conguaglio: saldo dell’anno 2013, calcolato sulla base delle tariffe TARES approvate per l’anno 2013, dedotti gli acconti suddetti. Insieme al saldo TARES, sarà applicata la maggiorazione standard dovuta alla Stato.

Riduzioni per "avvio a recupero"

Per salvaguardare gli importanti risultati raggiunti in tema di raccolta differenziata, i Comuni del Circondario Empolese Valdelsa hanno deciso di applicare a tutti gli utenti che continueranno a differenziare correttamente i rifiuti, una riduzione della tariffa fino al 30%. Tale riduzione, chiamata "avvio a recupero", consiste nella partecipazione alle raccolte differenziate rispettando i seguenti requisiti:

    * almeno 12 conferimenti annui del contenitore marrone (residui organici);
    * assenza di sanzioni o segnalazioni per abbandono rifiuti;
    * produzione di rifiuti indifferenziati (contenitore grigio): da 81 a 120 litri abitante/anno - riduzione del 15%; fino a 80 litri abitante/anno - riduzione del 30%.

Le riduzioni non sono concesse ad utenze che, nell’arco dell’anno, non abbiano fatto registrare alcuna esposizione del contenitore grigio dei rifiuti indifferenziati.

Possibile, inoltre, richiedere la riduzione per reddito. Tale riduzione viene applicata a coloro che hanno un ISEE (indicatore situzione economica) inferiore o uguale a 7.500 euro.
La dichiarazione Isee può essere compilata presso l'Ufficio Unico del comune di Montelupo Fiorentino, su appuntamento, telefonando al numero verde: 800 219 760.

La domanda deve essere presentata entro il 30 settembre.

In vista dell’emissione del II° acconto TARES che avrà scadenza 28 settembre, sarà attivo uno sportello di Publiambiente da martedì 17  a sabato 28 settembre che seguirà il seguente orario:

martedì: 15.00 - 18.00
giovedì: 9.00 - 13.00
sabato:8.30 - 13.00

 

 



Foto & video